problemi di spalla

Pubblicato il Pubblicato in a Milano, alti e bassi di fedeltà sonora

Potrei andare al concerto degli Strokes, a Milano (o meglio, a Rho) il 12 luglio. A lasciarmi perplesso non sono tanto i 48 euro del biglietto (novantaseimila lire) prevendita esclusa, bensì la presenza, come gruppo supporter, dei Verdena.

0 pensieri su “problemi di spalla

  1. Non voglio dare inizio a un discorso da bar ma “Solo un grade sasso” dei Verdena per me è uno dei dischi rock più belli di questi dieci anni (forse perchè a curarlo c’era Manuel Agnelli). “Il suicidio del samuarai” aveva pure le sue chicche.

    Poi finisco il discorso da autobus, ma la mia anima dolce e sensibile preferisce i Verdena agli Strokes, che secondo me continuano a fare la stessa canzone da parecchi anni.

  2. Annosa questione, quella dei Verdena; è un problema di sensibilità, a me trasmettono lo stesso effetto della carta vetrata. Li trovo supponenti, antipatici e pretenziosi. Mi spiace, spero che questo non influisca sulla nostra sintonia contenutistica.

    Quanto agli Strokes, sono un gruppo pop che altro non vuole essere che un gruppo pop, e ti dò ragione. Prova però ad ascoltare Angles con attenzione, ci sono un paio di pezzi diversi da quella canzone che intendi tu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *