a Milanoalti e bassi di fedeltà sonora

problemi di spalla

Potrei andare al concerto degli Strokes, a Milano (o meglio, a Rho) il 12 luglio. A lasciarmi perplesso non sono tanto i 48 euro del biglietto (novantaseimila lire) prevendita esclusa, bensì la presenza, come gruppo supporter, dei Verdena.

0 pensieri su “problemi di spalla

  1. Non voglio dare inizio a un discorso da bar ma “Solo un grade sasso” dei Verdena per me è uno dei dischi rock più belli di questi dieci anni (forse perchè a curarlo c’era Manuel Agnelli). “Il suicidio del samuarai” aveva pure le sue chicche.

    Poi finisco il discorso da autobus, ma la mia anima dolce e sensibile preferisce i Verdena agli Strokes, che secondo me continuano a fare la stessa canzone da parecchi anni.

  2. Annosa questione, quella dei Verdena; è un problema di sensibilità, a me trasmettono lo stesso effetto della carta vetrata. Li trovo supponenti, antipatici e pretenziosi. Mi spiace, spero che questo non influisca sulla nostra sintonia contenutistica.

    Quanto agli Strokes, sono un gruppo pop che altro non vuole essere che un gruppo pop, e ti dò ragione. Prova però ad ascoltare Angles con attenzione, ci sono un paio di pezzi diversi da quella canzone che intendi tu.

  3. Seguirò di certo il tuo consiglio su Angles e solo perchè mi fido di te.

    (Quando scrivevo “uno dei dischi rock più belli di questti dieci anni”, intendevo rock italiano, ovviamente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.