danze popolari

Pubblicato il Pubblicato in a Milano, verba volant

Maschio Piacione Disimpegnato: “E stasera che fai di bello?”
Femmina Accondiscendente Compiaciuta: “Ah stasera vado a hip-hop”
MPD: “Hip hop?”
FAC: “Si, finisco alle 10. Ci divertiamo da matti. Vuoi vedere una foto di me che faccio hip-hop?”
MPD: “Sì certo, fammi vedere.”

FAC smanetta un po’ con l’iphone tarocco, quindi lo passa a MPD.

MPD: “Ma no, non sei tu. Non sembri tu, sei diversissima”.
FAC ride schernendosi. “Certo che sono io. Fammi vedere? Ah si, avevo i capelli lisci, era l’estate scorsa. E sto guardando verso il basso. Ma sono io. Devo avere anche un video mentre faccio hip-hop.”
MPD: “Dai, fammelo vedere.”
FAC: “No, che fa troppo casino sul treno.”
MPD: “Guarda che puoi togliere l’audio”

FAC smanetta di nuovo con il cellulare e lo ripassa a MPD. Si sente una musica in sottofondo, più dance commerciale che hip-hop.

MPD: “Hey, che brave. Eccoti lì. Sì, siete proprio brave. Ma chi è questo qui?”
FAC: “Fammi vedere. Ah è Salah, un ballerino hip hop. Ha fatto anche Zelig. Se vai su youtube, scrivi Salah e Zelig, trovi i suoi video”
MPD: “Come si scrive?”
FAC: “Esse a elle a acca. Salah”
MPD: “Ah, Saham”
FAC: “Sì, devi vederlo, è spettacolare. No, Salah. Venerdì sera viene di nuovo in palestra, facciamo uno stage. Per questo prendo anche lezioni di inglese, con lui parliamo inglese”.
MPD: “Aaah, è per questo che sei già al terzo capitolo del libro?”
FAC: “Eeeeh, sisi. Di giorno lavoro, poi studio, e alla sera ciatto in inglese per esercitarmi. L’altra sera mi ha scritto you sleep? che vuol dire stai dormendo?, gli ho detto di no”.

0 pensieri su “danze popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *