la paura fa novanta

Pubblicato il Pubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, Spazio Pour Parler

Lo avete sentito? C’è stato un terremoto, è durato un attimo, ma in quell’attimo abbiamo iniziato a suonare il jazz mettendo il campionatore sotto agli strumenti a fiato, i gruppi punk avevano strumentisti tecnicamente dotati e batteristi della madonna, che poi era quello che mancava al punk del 77, e il reggae lo si suonava senza marcare il levare, solo immaginandolo. È durato poco, poi i musicisti hanno perso l’interesse e hanno acceso il pc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *