io personalmente

Pubblicato il Pubblicato in comunicazzione, i dislike, verba volant

Io personalmente è un chiaro segno dei tempi. Un tentativo di rafforzare una qualsiasi propria posizione su una qualunque cosa, o forse più un modo per limitare la responsabilità di una opinione entro i limiti della propria fortezza individuale, un mettere nero su bianco che oltre il ponte levatoio che raramente si lascia aperto – e comunque onde evitare spiacevoli inconvenienti ci sono coccodrilli travestiti da avvocati pronti a prendere le difese intorno – il concetto che si sta per esprimere non ha nessun valore, è pura interpretazione dell’ascoltatore. D’altro canto, io personalmente è anche il copyright sull’idea, sul principio o sul parere, come me non c’è nessuno io sono l’unico al mondo, l’introversione di ogni possibilità di confronto, la massima chiusura nel bunker, tiro la sicura poi lancio la bomba dalla feritoia quindi mi tappo le orecchie e aspetto il botto, tanto ho detto io personalmente e sono cazzi tuoi. È una iper-prima persona singolare, un ego spropositato che non ammette confronti, un “mio Io, senti cosa sto per dirmi”. Oltre che un bel errore di grammatica. Io personalmente lo detesto, quasi più di un attimino.

Un pensiero su “io personalmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *