alti e bassi di fedeltà sonoraduepuntozero, tecnologia e altri incidenti

strumenti di imprecisione

Se io vi dico tool io lo so che fate quello sguardo di quelli che hanno capito e annuite con la testa, e avete voglia di dare un poke al vostro vicino e segnalargli quel figo di plus1gmt a cui piacciono anche i Tool. Sì mi piacciono, ho Undertow originale da qualche parte che non ascolto da un po’ ma quando è uscito mi aveva folgorato quanto voi.

Ma mi dispiace deludervi perché avete letto male, tool con la t minuscola che sta a significare l’ennesimo applicativo web based da utilizzare d’ora in poi per fare qualcosa che fino a ieri abbiamo fatto con uno di quei sistemi che in gergo chiamiamo legacy, che funzionano da dio, abbiamo la padronanza assoluta di farli evolvere come vogliamo e, a dirla tutta, con qualche accrocchio riusciamo anche a renderli interoperabili. Esportiamo i dati in un formato un po’ naif ma che poi, con due formulette di Excel e qualche separatore inventato e una bella ripulita finale su Bloc Notes alla fine riusciamo a fornire liste da query nel modo preferito dal cliente. Ma in un mondo che va centralizzandosi e acquisendosi in un sistema a matrioska, alla fine sopravviverà solo una supermega corporation che si farà chiamare Iddio Onnipotente e controllerà ogni cosa e avrà implementato ovunque, azienda per azienda, casa per casa, cesso per cesso, un sistema di raccolta ed elaborazione informazioni collegato a un unico database globale che ci sarà spacciato come il più facile da usare.

Se non che nel frattempo la lingua cinese, faccio un esempio alla Blade Runner, sarà parlata e purtroppo scritta dal 95% – purtroppo per me che non la conosco – della popolazione lavorativa intergalattica, per cui quando un impiegato del centro Italia farà la sua estrazione, la coesistenza tra una e accentata acuta e il codice di avviamento postale con i due zeri iniziali di Roma in un field formattato come numero manderà in tilt la sequenza dei dati richiesti a causa dei due campi mancanti che faranno anticipare il resto di due posizioni, mandando in vacca una campagna di marketing online da migliaia di kappa euro perché al posto dell’indirizzo e-mail sarà utilizzato il job title del contatto successivo.

E allora quel giorno io li aspetterò in ufficio con il pc acceso quelli della filiale italiana di Iddio Onnipotente, con il mio sistema legacy caldo e pronto a restituire l’indirizzo della via Aurelia al chilometro 200 che non è un numero di portone come a Pechino o a Los Angeles o a Mumbai o Oslo. Sapete come finisce la storia? Il manager che ha ideato quel tool nel frattempo, sempre tool con la t minuscola, grazie ai risultati ottenuti ha avuto un avanzamento di carriera e che il tool abbia bisogno di una bella riprogrammazione non interessa più a nessuno. Perché c’è già un nuovo tool centralizzato e web based in cantiere, che sarà ancora più efficace.

2 pensieri su “strumenti di imprecisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.