alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 12.01.13

Racconti quasi d’architettura, “Ricollocarsi“: Siamo una cinquantina di persone nella stanza, tutte donne. Le altre stanno in gruppi di tre o quattro. Chiacchierano ad alta voce. Sembrano essere di casa. Io mi metto a leggere un foglio appeso al muro che titola Ammortizzatori sociali.

Cinefobie, “Cloud Atlas“: L’attesissimo film che ha diviso la critica statunitense sul finire del 2012 è giunto ora in Italia, portando sugli schermi delle nostre sale sei differenti storie ambientate in sei differenti epoche interpretate da differenti personaggi a loro volta interpretati sempre dai medesimi attori.

Spin, “David Bowie Didn’t Say He Wouldn’t Tour Again, So Please Calm Down”: I never said Bowie would never perform live again. Pitchfork made that up. He won’t tour for this album — that’s all I said.

Massimo Mantellini, “Sogni e bugie in TV”:  Significa qualcosa di molto brutto per tutti noi (come molti sostengono oggi) il fatto che il programma più vetero-informativo della TV italiana (un programma che è una specie di Voyager della notizia dove i capisaldi dell’opinione sono da tempo oltre a Santoro, Travaglio e Celentano, Beppe Grillo e l’imprenditrice del nord est ossessionata dal complotto giudoplutomassonico) abbia avuto molto successo di pubblico?

Canzone del giorno
Dry&Heavy meets Deeder: New way, new life

2 pensieri su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 12.01.13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.