Spazio Pour Parler

se c’era una speranza streamingzita

Praticamente è come se ve lo stessi raccontando in diretta, più in diretta di un live tweeting.  Negli ultimi dieci minuti sono stato lavato da un’auto che incurante della pozzanghera a cui mi trovavo vicino è transitata a tutta velocità poco prima di rientrare a casa, ho sbattuto la testa contro la maniglia della porta dello sgabuzzino mentre mi toglievo le scarpe inzaccherate di fango e pioggia, ho assistito sul tg3 al fallimento di Pier Luigi Bersani, forse del PD stesso e temo anche dell’Italia intera, ho calpestato con le pantofole il vomito del gatto, inzaccherandole quasi più delle scarpe descritte sopra. Poi mi ha chiamato mia figlia che sta ascoltando la musica chiusa in camera come fanno le pre-pre-adolescenti come lei, ha messo al suo stereo “Sonde” dei Subsonica per ripetere assieme a me quel giochino che facevamo mentre la sentivamo con il lettore mp3 sul treno, con due cuffie e uno sdoppiatore, andando al mare un paio di estati fa, mimando il verso della chitarra con la bocca come se fosse una specie di miagolio. Malgrado sia il verso dei gatti che vomitano. Malgrado venga da vomitare anche a me. Malgrado tutto.

2 pensieri su “se c’era una speranza streamingzita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.