alti e bassi di fedeltà sonora

una direzione, quella sbagliata

Non so da quale canale sia entrato, fatto sta che da qualche settimana uno spettro si aggira per casa mia, attardandosi nella cameretta di mia figlia, e si chiama One Direction. Lo so, non me ne parlate che già ho i miei motivi per inorridire. Non a livelli di idolatria da adolescente, a nove anni per fortuna si tratta di un comportamento annoverabile ancora tra un misto tra emulazione delle più grandi e reale entusiasmo teen, comunque per farvi capire oggi mi parlava persino del fatto che non so quando ci sarà il loro concerto dal vivo e ha chiesto di essere accompagnata. Tsk. Ho appena acquistato i biglietti dei The National per tutta la famiglia, se vuole sentire musica dal vivo la strada è questa. Comunque nel nostro consueto appuntamento prima di addormentarci con un paio di video a sua scelta da ascoltare insieme su youtube, mia figlia ha richiesto un pezzo della boyband inglese. Dalle prime note c’era qualcosa di famigliare. Il riff di chitarra, il cantato. E alla seconda strofa la rivelazione. Così le ho fatto sentire l’originale per farle comprendere la linea che unisce la musica della mia generazione con la sua, ma non sono riuscito a convincerla. Ditemi voi se una come Blondie può essere seconda ai One Direction, e infatti non metto nemmeno il loro video per farvi fare il paragone. Cercatevelo da soli, sempre che vi interessi.

13 pensieri su “una direzione, quella sbagliata

  1. cliccherei mi piace per blondie e per come hai scritto.
    cliccherei non mi piace per gli one direction.
    quindi alla fine pareggio e lascio solo il commento.
    ah, no, aspetta: i mi piace sono due, quindi ne avanza uno, anche se gli one direction sono in tanti.
    ti lascio, che vado a cliccare.

  2. Carissimo/a, sono directioner e ti vorrei spiegare vhe one way or another è stata ricantata dagli one direction, non è stata scritta da loro, solo ricantata! Migliaia di cantanti lo fanno, perché loro non devono?! Che hanno fatto di male?! Sono dei semplici ragazzi che realizzano il loro sogno, punto! Almeno è come la.penso io…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *