alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 20.05.13

Internazionale, “Il museo dei neon”: La fotografa inglese di origine polacca Ilona Karwinksa ha documentato dal 2005 le luci al neon della Polonia comunista. Dopo avere ricevuto l’attenzione dei critici con il suo progetto, Karwinksa è diventata la fondatrice insieme a David S. Hill del Neon museum, a Varsavia. Finora sono riusciti a raccogliere e preservare cinquanta insegne e seicento lettere, oltre a cartoline d’epoca. L’intenzione è di continuare la ricerca e la conservazione di materiale, per non dimenticare il lavoro dei grafici e degli architetti polacchi negli anni sessanta e settanta.

Pitchfork, “Queue Up: 20 Essential Music Documentaries”: A list of classic or seldom-seen music films available to stream for free online.

Gad Lerner, “Legge anti-movimenti? Macchè, è la vera democrazia costituzionale”: E’ sacrosanto prevedere che le associazioni finalizzate alla rappresentanza dei cittadini debbano vincolare la loro attività a norme e statuti che salvaguardino la volontà democratica dei loro aderenti. Basta con i partiti padronali e con l’indifferenza alle regole.

Mazzetta, “Il paese dei matti lascia morire l’OPAC-SBN. Fate girare!!1!”: Immaginate di dover cercare il testo di un autore tra tutte le biblioteche italiane e immaginate di farlo accedendo al sito dell’OPAC-SBN, quello che permette di entrare nel Sistema Bibliotecario Nazionale e di arrivare con qualche colpo di mouse a trovarlo in mezzo a un catalogo che comprende 14 milioni di titoli sparsi in 64 milioni di localizzazioni. Niente di straordinario in effetti, le biblioteche sono in rete e il catalogo è online. Poi immaginate che la simpatica politica di tagli orizzontali degli ultimi governi italiani, nel suo procedere implacabile abbia ridotto chi si occupa della manutenzione del servizio, il personale dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane (ICCU), sull’orlo dell’estinzione per mancanza di risorse, non gli danno i soldi per il personale e nemmeno per il resto.

rivista Studio, “Elogio del fallimento”: Il mondo del business e i pregiudizi di un paese in cui è sempre colpa degli altri. Cosa si può imparare da Michael Jordan e Sergey Brin?

Canzone del giorno
Dada Umpa – Guendalina

Un pensiero su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 20.05.13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *