alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 19.09.13

The Guardian, “Jonathan Franzen: what’s wrong with the modern world”: This suggests a more contemporary version of Kraus’s dichotomy: Mac versus PC. Isn’t the essence of the Apple product that you achieve coolness simply by virtue of owning it? It doesn’t even matter what you’re creating on your Mac Air. Simply using a Mac Air, experiencing the elegant design of its hardware and software, is a pleasure in itself, like walking down a street in Paris.

Squonk, “Next step”: Di tutti quelli che hanno usato la metafora del raddrizzamento della Concordia a scopo di celebrazione dell’orgoglio nazionale, ce ne fosse stato uno che abbia detto che adesso la baracca, per quanto raddrizzata, è destinata alla demolizione.

Questione della decisione, “Chi sarà il prossimo miliardo di utenti internet?”: Pur non potendo fornire statistiche esatte si sa che più o meno gli abitanti della rete sono circa 2,4 miliardi che dovrebbero diventare 2,7 entro la fine di quest’anno. E ancora: entro il 2014 si stima che più o meno il 41% delle famiglie avrà accesso al web e che entro il 2017 ci sarà un miliardo di nuovi utenti della rete.

obbrobbrio, “Cinque valide ragioni per smettere di scrivere”: Si stima, però, che in Italia vengano pubblicati all’incirca 170 libri al giorno. Centosettanta. Si stima altresì che almeno il 35% di questi non venderanno nemmeno una copia. E badate che quel trentacinquepercento non comprende i libri acquistati dalla zia e dalla nonna dell’autore. In un Paese in cui due terzi della popolazione leggono meno di un libro l’anno (e con “meno di un libro” non mi riferisco ad alcuna delle cinquanta sfumature di fuffa) son contento di leggere molto più dell’italiano medio, come son certo che facciate anche voi, beneamati Visitor.

Nessuno dice libera, “Fatevene una ragione”: Mi sono resa conto di quanto l’alimentazione vegetariana e vegana siano, non solo un’abitudine alimentare, ma un vero e proprio stile di vita, una complessa serie di abitudini e convinzioni personali, che rendono l’argomento piuttosto scottante. Diciamo che possiamo aggiungere l’alimentazione tra gli argomenti “caldi” da non affrontare con gli sconosciuti, assieme ai grandi classici: politica, calcio, fede religiosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.