alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 12.10.13

FarOVale, “Lo scatolo”: Ho sempre guardato con sospetto le persone con le scrivanie troppo ordinate. A meno che tu non sia il capo, nel qual caso ovviamente non è mai un problema tuo ma sempre dello schiavo che decidi di investire della questione, non capisco come sia possibile. Ammetto che, nella mia testa, è tutto molto ovvio. Scrivania ordinata uguale non fare un cazzo. E non accetto argomentazioni con equivalenze fra l’ordine della scrivania e l’ordine mentale.

Fools Journal, “La solitudine delle ultime case rimaste in piedi”: C’era una volta un fila di villette a schiera. Ora, ne è rimasta una. “Last House Standing“, progetto fotografico di Ben Marcin, racconta proprio questo: la solitudine delle tipiche case dell’East Coast americana, costruite a fine ’800 per accogliere operai, che – a causa della crisi economica e dei cambiamenti urbanistici delle città – si sono lentamente svuotate e dunque destinate alla demolizione.

Civati, “Una follia”: A me non lo fa fare nessuno e rischio tutto quel poco che ho, che non è molto. Certo, anche la carriera, come si suol dire. Anzi, quella l’ho compromessa già. Ma non è che me ne freghi più di tanto, vi dirò. Anche se tengo famiglia come tutti, anche se lo so benissimo che non si dovrebbe fare così. Come si è sempre fatto. Del resto, è proprio per questo che mi candido, perché non si faccia più così. Come si è sempre fatto.

Rivista Studio, “Classici del cinema rifatti come miniature ottomane”: Murat Palta è un illustratore turco che per la sua tesi universitaria ha realizzato un progetto artistico in cui la tradizione delle miniature orientali (ottomane) incontra il cinema. «Dopo una buona risposta per “Ottoman Star Wars”» racconta su Behance «ho deciso di proseguire oltre […] combinando il globale con il locale, la tradizione con il contemporaneo».

Leonardo, “A cosa serve lasciarvi morire”: Grillo è persona abbastanza intelligente e pratica per sapere che la criminalizzazione dei profughi non ha nessun’altra utilità, e molti effetti collaterali. Ma tanto gli basta, evidentemente. Nel suo blog lo ha scritto a chiare lettere: se il M5S avesse in campagna elettorale proposto l’abolizione del reato di clandestinità, “avrebbe ottenuto percentuali da prefisso telefonico”. Più in là Grillo abbozza l’idea che abolirlo equivalga a inviare un invito “a tutti gli emigranti”, che come è noto prima di imbarcarsi danno sempre un’occhiata all’evoluzione della legislazione italiana in materia. È una scemenza a cui non crede lui per primo.

Fabristol, “I just became myself”: Sei caotico, sei imbroglione, sei latin lover, sei cattolico, bevi caffè e vino, ti piace il calcio, voti Berlusconi, ti piace la pasta, sai cucinare, hai i capelli e gli occhi scuri, sei divertente ecc. Non sono gli inglesi il problema, né lo stereotipo italiano. E’ semplicemente questa dannata e innata predisposizione degli esseri umani a catalogare le persone in gruppi e a generalizzre in base a nazionalità, religione e razza.

La scuola in soffitta, “Mamme italiane, attente a non portare i bambini in Francia”: Care mamme, quest’estate siamo andati per l’ennesima volta in Francia. E’ la seconda da quando abbiamo i bambini e devo assolutamente mettervi in guardia che è un grosso pericolo, soprattutto se i vostri figli hanno più di 4 anni. Non commettete il mio stesso errore. Non portate i bambini in Francia.

Young Digital Lab, “La community che vorrei: analisi dei fan di Levante fuori e dentro la rete”: Ammettiamolo: tutti quanti noi impiegati nel settore dei social media andiamo in vacanza con un po’ d’ansia per la bacheca che lasciamo in mano a un qualche collega e per le prime 36 ore leggiamo tutte le notifiche delle pagine anche da mobile. Infatti, solo nel migliore dei casi quando stai per partire per le ferie il cliente ti dà l’ok per l’inserimento dell’opzione “Bacheca chiusa”.

Canzone del giorno
PINS – Girls Like Us

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.