alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 07.11.13

Giap, “Haecceitas 1913 – 2013. Siamo tutti cent’anni di «Recherche»“: Un intrico di date, ma la questione è semplice: tra pochi giorni, e precisamente il 14 novembre, ricorre un centenario. Il 14 novembre 1913 usciva Du côté de chez Swann, primo volume di Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust.

LouReed.it, “L’addio di Laurie Anderson a Lou”: Ho conosciuto Lou a Monaco, non a New York. Era il 1992, e stavamo entrambi suonando con John Zorn al Kristallnach festival in ricordo della Notte dei Cristalli del 1938, che ha segnato l’inizio dell’Olocausto. Ricordo che guardavo alle espressioni confuse delle facce degli ufficiali di dogana mentre un flusso continuo di musicisti di Zorn attraversava la dogana tutti con indosso delle magliette rosse con scritto “Abbiamo ritmo e siamo Ebrei”.

Radio Free Mouth, “L’ingegnere normativo”: Quale facoltà consigliare a un diplomato, in funzione di una più probabile offerta professionale?

Rivista Studio, “Il curioso caso del governo del cambiamento”: Per dovizia di particolari, va detto che a Roma il teatro Capranica – sede imprevista del direttorio Pd – sorge al civico 101 della piazza che porta il suo stesso nome. E quel numero, centouno, ricorre spesso in questa storia, tanto che col passare dei mesi è diventato il simbolo nefasto di una formazione politica che ha clamorosamente fallito il suo appuntamento con la Storia.

Alessandro Robecchi, “Robespierre, le sirene e la rivoluzione mancata dei 5 Stelle”: A discutere sul bilancio, alla Camera erano in tre. Pochini, per gente che aveva promesso vigilanza sopraffina, apriscatole per scardinare la scatola di tonno e altre bei propositi di stampo rivoluzionario. Ora sembrano senza apriscatole, si direbbe, il che dovrebbe far riflettere un po’ tutti, e prima di tutti i sostenitori del movimento, sull’effettiva irrilevanza politica di una forza che ha il 25 per cento dei voti.

Cercando Oblivia, “Fabio Volo e le sinossi del nulla”: Non ho ancora letto il nuovo libro di Fabio Volo, ma su esso ho già due certezze: che sarà una schifezza come i precedenti sei; e che la sinossi nella quarta di copertina è l’unico pezzo di vera letteratura contenuto dal volume. Via.

Canzone del giorno
The National – Lean

3 pensieri su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 07.11.13

  1. “nella quarta di copertina è l’unico pezzo di vera letteratura contenuto dal volume ” mi ha fatto morire dal ridere! è così che si sentono tutti autorizzati a scrivere, scrivere, scrivere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.