alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 03.01.14

Vittorio Zucconi, “Eppur si muove, o eppur si muore”: Mentre Grillo e i suoi soldatini si trovano, si troveranno sempre di più, a dover rispondere alla domanda che aleggia su di loro dal successo di quasi un anno fa: dire che cosa vogliono fare, e non soltanto che cosa non vogliono che gli altri facciano. E secondo un vecchio principio ripetuto da molti tecnici, si sa che le squadre che amano fare il pressing, non amano essere pressate.

Riflessioni quasi analitiche, “#ferie”

Il blog di Sara R, “Una stella incoronata di buio”: In un altro 28 maggio, nel 1980 Walter Tobagi veniva assassinato dalle Brigate Rosse. Sua figlia, Benedetta Tobagi, all’epoca aveva 3 anni e della storia del padre ha scritto nel 2010 in Come mi batte forte il tuo cuore (ed. Einaudi). Qui su Una stella incoronata di buio (ed. Einaudi) ripercorre non soltanto le vicende processuali della strage di Brescia, fino all’ennesima assoluzione del 14 aprile del 2012 relativa all’ultimo filone processuale vissuto dalla Tobagi tra il pubblico, ma mette in fila parole chiave per spiegare a chi non c’era cosa potessero essere quegli anni lì. Silenzi, depistaggi, paure, sogni interrotti.

Ho Un Libro In Testa, “Cose che so n° 8: perché gli italiani non leggono”: Gli italiani non leggono niente di tutto ciò non perché siano indolenti o abbiano perso fiducia nella cultura scritta. Non leggono perché non sono capaci a leggere. Quando ci provano, non ricavano una cippa da quello che leggono e rimangono lì come totani a chiedersi se quella con tre gambette sia una emme o una enne. Insomma, sono ignoranti come scarpe.

Con altri mezzi, “WIN & FAIL / Non ho l’età (per insegnare) & boia chi molla. Record italiani e nostalgici convinti”: Gli italiani primeggiano, non solo per la pizza e il mandolino: abbiamo l’età media degli insegnanti più alta in Europa e una buona dose di razzismo sul web.

Pinocchio Non C’è Più, “Se non si fanno più figli la colpa è del Furby”: Già, perchè questo stronzetto di robottino è estremamente subdolo, lui non dorme! MAI!!!, lui sonnecchia, come gli operai dello stabilimento Solvay durante il turno di notte. Basta un minimo rumore, tipo il cane che scodinzola e lui si riattiva (come i bambini), dovrai insegnargli a non fare i rutti a tavola (come ai bambini), chiede da mangiare in continuazione (come i bambini), più gli parli e più lui impara (come i bambini) e se gli tiri la coda scoreggia (qui la differenza sta solo nell’avere la coda)…perciò tanto valeva avere un bambino, se non altro la fase di…”inserimento pile” sarebbe stata sicuramente più soddisfacente.

Non leggere questo blog, “La top ten delle “parolacce” 2013″

Mini Racconti Cinici Di Una Donna In Sindrome Premestruale, “Vincenzo”: Odore di chiuso misto a sesso, luci basse, ronzio del televisore sempre acceso, polvere e libri disordinatamente esposti sul tavolino, incenso antico e noia primordiale. Vincenzo viveva così con il suo passato sempre a portata di mano, lettere mai spedite, bollette da pagare, amori dimenticati e lei sempre pronta ad accontentare le sue voglie.

Canzone del giorno
Marianne Faithfull – Broken English

8 pensieri su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 03.01.14

  1. Ciao, scusa la mia ignoranza dilagante, ma non ho ben capito il funzionamento di questo blog. Cioè essere citati qui è una cosa positiva o devo iniziare a preoccuparmi?. Nel dubbio dichiaro che sono innocente, la ragazza sosteneva di essere la nipote di Mubarak e maggiorenne, è in atto nei miei confronti una persecuzione bloggettara senza precedenti, i comuni ci mangiano la casa e i comunisti i bambini.
    Ok, nel caso in cui fosse cosa buona e giusta far parte delle tue citazioni, ecco, in quel caso….grazie.

  2. Ciao, qui raccolgo le cose dal mio feed di blog, riviste on line, quotidiani eccetera che più o meno quotidianamente mi sono piaciute di più, o che possono essere interessanti o utili. Talvolta anche solo per segnalare articoli rilevanti con i quali non è detto che io sia d’accordo. Oppure cose che voglio registrare da qualche parte, e che altrimenti poi non troverei più. Non so se sia cosa buona e giusta, spero che chi passa di qui abbia voglia di andare a leggere gli articoli di cui ho messo il link. Comunque non è il comune a mangiarti la casa, ma il tuo vicino che non paga le tasse sulla sua. Buona lettura, torna quando vuoi.

  3. Comodo per il Direttore , che criticava ipocritamente Grillo per le presunte epurazioni dei dissidenti continuare a sparare balle sul m5s senza contraddittorio visto che banna chi non gli aggrada. La balla più colossale e faziosa è quella che Grillo ed il m5s vogliono uscire dall’euro. Solo un disinformato o fazioso può dire queste fesserie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.