alcuni aneddoti dal futuro degli altri

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 13.01.14

Alessandra Daniele, “Kaiser sòla”: Ammettiamolo: abbiamo bisogno di aiuto. Non possiamo farcela da soli. Chiediamo ai cittadini del resto del mondo di votare al nostro posto, e scegliere loro chi ci dovrà governare. Trasformiamo le nostre ambasciate in seggi elettorali, e consentiamo il voto soltanto a chi potrà dimostrare di non avere cittadinanza italiana

Rivista Studio, “Un Sorrentino ai Golden Globe non fa primavera”: Che La Grande Bellezza venga premiato e incensato anche all’estero può far piacere. Ma non risolverà i problemi di base del nostro cinema (e dei nostri migliori registi)

Ilvo Diamanti, “La sfiducia digitale che ci rende infelici”: Oltre i due terzi tra coloro che conducono, con frequenza, discussioni e iniziative politiche su Internet, mostrano diffidenza verso gli altri. Ciò suggerisce che, negli ultimi anni, si sia creata una relazione più stretta fra la diffidenza e la partecipazione. In generale, a causa del sentimento di distacco verso gli attori politici e verso le istituzioni rappresentative.

Alessandra Farabegoli, “Manuale di buonsenso in rete 2014“: Così, senza voler banalizzare nulla, ci tengo a portare avanti un’idea di comunicazione e strategia no-frills (da non confondersi con il low-cost): individuare la meta e viaggiare leggeri, puntando soprattutto all’essenziale; creare prodotti e servizi che cambiano in meglio la vita degli altri; far crescere buone relazioni, con la cura di un giardiniere che ogni giorno dedica un pensiero alla sua rosa.

La scuola in soffitta, “Scegliere la scuola primaria”: State pensando a quale scuola scegliere per l’iscrizione dei vostri figli? E’ una valutazione molto importante, perché l’impegno vi legherà per cinque anni. Tra poco dovrò iscrivere anche il piccolo alla scuola primaria e rimango convinta della struttura scelta per il fratello. Vi propongo quelli che sono stati i parametri che ho considerato io quando ho scelto la primaria per il maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *