ciao papà guarda come mi diverto

Pubblicato il Pubblicato in Spazio Pour Parler

Il mondo si divide tra chi legge libri, guarda film e ascolta musica che fa stare bene e chi legge libri, guarda film e ascolta musica che fa stare male. Il primo partito è quello che ricerca l’evasione dalla vita, il secondo è quello a cui piace riflettere sul mistero della vita e della morte e io sono tesserato dal 1967. Oggi, per dirne una, ho fatto fatica a ricordare se sono orfano di padre da due o da tre anni, spero che non se la sia presa e anzi avrei voluto aver la possibilità di ricordargli come vola il tempo con i rompicapo matematici. Mi sono infatti trovato a fare uno di quei calcoli incrociati in cui si prendono a riferimento avvenimenti di cui si ha la certezza di quando sono accaduti ma comunque i conti non mi tornavano. Ho pensato di chiamare mamma, lei di sicuro questo conteggio non corre il rischio di sbagliarlo, ma poi ho avuto timore della conversazione che ne sarebbe derivata. Di sicuro so che la ricorrenza cade in questo periodo ed è per pura combinazione che ho appena terminato la lettura di “Tra loro” che è il nuovo libro di Richard Ford uscito da poche settimane. Si tratta di un memoir che comprende due testi dedicati al padre e alla madre deceduti. L’opera è molto toccante, come potete immaginare, ma la parte che mi ha indotto più a riflettere è la postfazione dell’autore. Non voglio spoilerare ma dovreste leggerla con molta attenzione. Io l’ho fatto due volte, e non chiedetemi perché.

Un pensiero su “ciao papà guarda come mi diverto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *