carbonara

Pubblicato il Pubblicato in Spazio Pour Parler

Gli italiani conoscono il segreto, sanno gli ingredienti giusti – alcuni sono segreti, sempre – per rendere irresistibile una ricetta. Pensate alla cucina romana, a quando te la mettono sul tavolo e a come si presenta, a cert i suoi colori.. Poi il sapore che i sensori della bocca trasmettono al cervello e lì capisci il gusto che c’è, la bontà ma anche la superiorità di un popolo che sa prenderti per la gola, che esercita il suo fascino circondato dalla bellezza e dalla maestosità della sua arte e della sua cultura. Penso a Roma, a Firenze, a Venezia, alle centinaia di borghi medievali tutti ammalianti nella loro magia e un turista qualunque davanti a un piatto tipico, con un abitante del posto e la sua parlata che te la raccontano su ed è questa la nostra Eccellenza, mandare gli stranieri in sollucchero, affabulatore con cose che a loro mancano. Poi immaginateli con il conto in mano, che tanto a loro costa sempre meno perché hanno economie forti, mentre noi triboliamo con la corruzione e la mafia ma poi abbiamo il tempo di stare dietro ai fornelli, di fare quattro passi tra la sforia, una storia che si ripete da migliaia di anni, alti e bassi, sempre sul bilico della bancarotta ma poi chi ci ammazza a noi (se non uno del posto)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *