un vero testa a testa

Pubblicato il Pubblicato in Spazio Pour Parler

Comunque il pensiero a pensarci bene è una bella fregatura. Milioni di uomini al mondo vivono con la testa piena zeppa di cose che la rendono inutilmente pesante e, se vogliamo proprio fare il gioco di parole, pensante. Con tutti i pensieri che si accumulano si finisce come quelli che, intorno ai cinquanta, non sanno più dove sbattere la testa. Ci vorrebbero delle aree come quelle che usano i camperisti per svuotare l’acqua zozza senza inquinare in giro. Un posto dove vai, togli il tappo alla mente e ti spurghi dalle considerazioni, dai pregiudizi, dalle ansie, da certi ricordi passati e dalle peggio proiezioni per il futuro. Dicono che la testa dia il suo bel contributo al peso complessivo degli esseri umani. Io nell’ultimo anno, per dire, ho preso un bel po’ di chili e nulla mi toglie dalla testa – a proposito – che sono tutti i pensieri che si accumulano come il calcare nella caldaia del ferro da stiro. Uno poi pensa che farli uscire in qualche modo sia utile. Aprite le finestre e raccontate le vostre cose, dicono alcuni. Aprite un blog e dategli dignità narrativa, sostengono altri. Tutte balle. I pensieri si stipano dentro come qualunque sostanza fluida in un recipiente poco adeguato, ci sono persino umoristi che fanno battute sul cerume o altre schifezze che escono dai buchi di cui le nostre teste sono dotate quando le cose dentro iniziano a esser troppe, io sono pronto a scommettere che il mal di testa con qualcosa che è andato a male dentro in qualche modo c’entra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *