Spazio Pour Parler

scienze esatte

Ho appena raccontato a Grazia che è matematicamente impossibile non capire le cose oggi che con Internet si trova qualunque tipo di approfondimento e lezioni di qualsiasi argomento per ogni esigenza. Lei mi fa notare però che usare un avverbio come matematicamente a proposito della matematica che non capisce non risolve nulla e non migliora il suo stato d’animo. Rampolli di una dinastia di umanisti, ci sappiamo fare con le parole e meno con i numeri, eppure in giro vedo spesso gente che legge libri con formule e operazioni scritte con segni incomprensibili a chi non fa parte di quella setta esoterica ma questo non basta. Sono tutti ricercatori o scienziati oppure nell’aritmetica si trovano risposte più precise al nostro e vostro turbamento? Le ricordo quell’amico di famiglia che nel tempo libero, anziché leggere romanzi o guardare Netflix, si diverte con l’algebra e quella roba lì. Equazioni e sistemi sono il suo sudoku, la sua settimana enigmistica. Si mette in pausa pranzo e si esercita per diletto con i prodotti notevoli. C’è anche quella serie di conferenze su YouTube dedicata all’intelligenza numerica e a chi è nel dubbio se scrivere i valori con i numeri romani o in lettere sia o meno la stessa cosa. La risposta è quarantadue o 42? A noi genitori basterebbe il sei (o il 6) per evitare l’insufficienza e che i figli non prendessero la materia con sufficienza per evitare il debito. Ogni promessa di impegno è un credito da spendere in estate a fare quello che si vuole, senza dover recuperare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.