Spazio Pour Parler

pulito

A Giovanna, che è alta come una pertica, basterebbe farsi passare la palla da uno dei suoi alunni, fare un canestro tirando in sospensione da oltre la lunetta dei sei metri per trasformarsi nell’idolo della scuola. Tutti i bambini, anche quelli che trascorrono l’intervallo lungo senza farsi coinvolgere nelle sfide a basket, rimarrebbero a bocca aperta e la leggenda della maestra forte come Stephen Curry si diffonderebbe a macchia d’olio, nel giro di qualche ora. Giovanna ha fatto agonismo sino alla seconda superiore poi ha mollato il colpo perché gli impegni erano superiori al tempo che la scuola vecchio stampo a cui era iscritta lasciava al resto. Non è stato un dramma. Giovanna me la ricordo benissimo: era scarsa quanto me, entrava negli incontri facili per una manciata di minuti e, raramente, contribuiva al risultato. In partita il canestro, per lei, sembrava stregato. Da fuori, da sotto, nei tiri liberi. Eppure, durante gli esercizi di riscaldamento, la sua determinazione faceva paura. Maurizio, l’allenatore, la prendeva da parte per farle notare quell’incredibile mancanza di corrispondenza con la Giovanna in campo dopo il fischio d’inizio. E anche se la storia è cambiata, ancora oggi Giovanna, ogni volta che cammina in un campo da basket, conta i passi che la separano dal canestro per individuare il punto più efficace per partire con il terzo tempo e valutare il momento più adatto per elevarsi nella schiacciata, l’unica mossa che le consente il canestro sicuro abbattendo il rischio di errore. Per questo la osservo seduta a bordo campo, mentre segue le azioni di gioco dei ragazzi della sua classe per scongiurare falli, scontri e battibecchi pericolosi. In realtà sogna di lanciarsi dentro nell’azione, sogna il suo corpo librarsi e la palla il prolungamento del suo polso. L’arco perfetto, la traiettoria al millimetro, la rete che assorbe l’impatto pulito del canestro perfetto, i due secondi di sbigottimento, l’urlo liberatorio di tutti, la vita che cambia con tre punti in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.