Spazio Pour Parler

ecco che cosa è successo nel frattempo

Internet è diventata sia lo scrigno del sapere universale orizzontale, cioè di tutte le civiltà contemporanee, che verticale, cioè di tutte quelle passate e future. Internet ha preso il posto di tutti i mezzi di comunicazione di massa, freddi tiepidi e caldi, punto-punto e punto-multipunto. La tv è su Internet, il telefono è su Internet, la posta è su Internet. Su Internet si può partecipare a concerti e altri eventi in diretta, leggere libri, visitare ogni angolo del mondo, ordinare la spesa, fare le versioni di latino, imparare l’inglese. L’Internet ci assiste mentre cuciniamo, ci conserva i soldi che – completamente dematerializzati – sono chissà dove, mette a disposizione tutorial per qualsiasi cosa dobbiamo fare e non sappiamo fare. Internet ha sostituito completamente il sesso con un’offerta di contenuti pornografici gratuiti per tutti i gusti che non ha eguali nella storia del genere umano. Internet oggi è anche la politica, la democrazia stessa si fa sul web, si partecipa attivamente ma possiamo anche starcene per i fatti nostri a guardare che succede, senza impegno e comodamente seduti sul divano di casa. In Internet si accendono le rivolte, si può contestare, ci si minaccia, volano sempre parole grosse, insulti, querele, denunce, scuse, e poi ancora insulti quando siamo sicuri di prendercela con chi non sa difendersi. Internet è l’archivio delle nostre cose, è il box dove teniamo la macchina, è il microonde per scongelare il ragù, è la lavapiatti con il programma eco per non consumare troppo e non farci sentire in colpa. E poi avete mai fatto il bagno in Internet? Siete mai arrivati sulla sua vetta per osservare il panorama circostante e respirare un po’ d’aria buona? L’avete mai modellata a mani nude per creare un vaso, un piatto o addirittura un’opera d’arte? Internet fa sparire la cervicale per non parlare degli acciacchi quando fate poco sport e il vostro fisico esige un tono più adatto alla vostra età. Grazie a Internet c’è qualcuno che accudisce i gatti quando andiamo in vacanza, le persone depresse superano i momenti più difficili, il letto alla mattina è sempre rifatto e se c’è una perdita nel sistema idraulico di casa aggiusta pure i tubi senza dover mettere mano alle opere murarie. C’è chi ha tirato su pareti in cartongesso con Internet e chi si è rifatto le labbra per tornare a essere sexy come un tempo. Le più titolate società calcistiche schierano Internet titolare per battere ogni record di campionati vinti e sono sempre di più i bambini che aspettano Internet la notte di Natale con i biscotti e una tazza di latte per dare a Internet il ristoro che merita. E ci sono miliardi di persone che chiedono perdono delle proprie cattive azioni a Internet perché sanno che, una volta passate a miglior vita, si troveranno a rendere conto di quello che hanno fatto su Internet proprio a Internet in persona, o spirito, o quel che è la sostanza di cui è composta Internet che è forse l’unica informazione che, su Internet, ancora non si trova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.