Spazio Pour Parler

che famiglie ci sono a Verona

C’è molto dibattito e fermento riguardo al prossimo World Congress of Families. Il tema è spesso anche al centro delle conversazioni tra mia figlia e me. Ne parlavamo giusto poco fa a pranzo: lei è molto più integralista, in quanto giovane, e vorrebbe che ogni manifestazione in cui si discutono aspetti in grado di limitare i diritti di terzi fosse vietata per legge o anche in modi meno ortodossi. Io con l’età sono diventato un po’ meno radicale ma perché non ho più voglia di arrabbiarmi. Le dicevo che ognuno è libero di avere la propria cosmogonia di riferimento, che sia la Bibbia o Harry Potter o la fondazione di Isaac Asimov ed entrambi abbiamo ammesso che ci fanno più paura i cattolici che la chiesa in sé. Tra un prete e un credente è molto più inoffensivo il primo che fa il suo lavoro e basta. Ma lei ha i suoi ideali: lo stato laico, l’antifascismo, la parità dei diritti. Alla base pensiamo entrambi che ognuno sia libero di avere il proprio concetto di famiglia naturale preferito e che non bisogna rompere i coglioni alle famiglie naturali degli altri. Se siete gay suppongo che la vostra famiglia sia la cosa più naturale al mondo, corretto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.