comunicazzione

la fiaccola dell’aspirina

L’influenza o il raffreddore non si combattono con dottrine farmacologiche precostituite o accentrate, tanto meno imposte tramite costrizione esterna. Piuttosto la febbre scende e il naso si libera attraverso un ideale terapeutico libertario basato sull’autonomia e la libertà degli individui, contrapposto a ogni forma di potere o di stato. E no, l’omeopatia non c’entra nulla. Semmai basta simulare il simbolo della A con lo scorrimento sulla schermata di sblocco di un dispositivo digitale per stare meglio. Ma non è la A di Anarchia, cosa credete. Bensì la A di Aspirina. Il fatto è che utilizzare un’iniziale così fortemente e universalmente collegabile a un concetto oltremodo consolidato nella cultura di tutti (come V per Vittoria, o X per cancellare qualcosa) in un contesto secondario, come la celebre compressa che fa passare tutto, in comunicazione può generare misunderstanding, come dicono i capoccioni del marketing. Comunque, amici della Bayer, vi perdoniamo. La trovata è bella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.