prossimamente su questa rete

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

Uno dei concetti che mi tocca inserire più spesso nei testi che compongo per lavoro è che “Internet è un formidabile strumento di business, anche per le piccole imprese”. Marketing a parte, Internet è un formidabile strumento per tutti, che offre possibilità impensabili fino a pochi anni fa. E non solo alle aziende. V. è […]

scuola di perfezionamento

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

L. ricorda di aver parcheggiato un paio di tornanti sotto la villa. Chi conosce la topografia di Genova, sa di cosa parlo. La leggenda dice che i genovesi abbiano i polpacci più sviluppati della media, a causa dei continui saliscendi. Un rapido check della ZTL, e via a risalire le curve grazie alle scalette che […]

avere tempo da perdere

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, Spazio Pour Parler

Ricevo da Marcello, un amico ricercatore nonché zelante cultore di dolci da pausa the, e pubblico più che volentieri, questo testo di una profondità esemplare per chi, come me, ama descrivere la musica con le parole (spesso non riuscendo nell’intento). L’amico è stato ad un live, il gruppo sul palco ha incluso in scaletta un […]

non c’è solo il sesquicentenario

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Provo a metter giù una lista degli anniversari, celebrazioni e ricorrenze a cifra diciamo tonda (zero, uno, dieci, venti ecc… secondo la convenienza e gli espedienti narrativi dell’autore) che renderanno questo 2011 importante, dopodomani (17 marzo) a parte, tanto sapete già di cosa si tratta. Vi confesso che in alcuni casi mi sono fatto aiutare […]

un’elezione da poco

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Non è andata benissimo Anna Oxa a Sanremo, vero? Meglio invece per Behgjet Pacolli, suo ex-marito, il nuovo presidente del Kosovo. I dettagli su il Post.

la manutenzione della motocicletta e l’arte dello zen

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

M. è nato e cresciuto a Genova. Te ne accorgi soprattutto non appena apre bocca. Non per l’alito, o per la dentatura imperfetta, difetti che si trovano a qualsiasi latitudine. Ma per l’accento e per la lingua. Come tutta la sua generazione anche M., che ha poco più che 40 anni, non ha molta dimestichezza […]

Sanremo 2011, ecco chi vincerà il Festival

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, gruppi in cui vorrei suonare, i like, pezzi che avrei voluto comporre io, Spazio Pour Parler

La mia amica S. deve scrivere un pezzo su Sanremo, qualcosa che metta insieme, come è ovvio, musica, costume, gossip e così via. S. è la stessa fan di Morrissey che nel 1987 o giù di lì, ora controllo meglio (1), partì alla volta della cittadina rivierasca per intercettare il suo idolo, ospite straniero di […]

compagni che sbagliano

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler, tv dei ragazzi

Parlare dei propri figli, parlarne male, è pressoché impossibile. Anche solo pensarne male, a meno di essere padre di Giusva Fioravanti. E forse nemmeno in quel caso. Chissà come si affronta un dramma di quella portata, da genitore con appena 7 anni di esperienza non voglio nemmeno pensarci. Su tutt’altro livello di drammi familiari, è […]

il cacciatore di cacciatori di teste

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Proprio questa mattina, in uno dei numerosi studi di comunicazione digitale dell’area milanese, S. ha fatto l’ennesimo colloquio. Lo ho saputo per caso, e senza perdere un istante mi sono fatto raccontare tutto. E sapete perché? S. è un maniaco dei colloqui di lavoro. Non so se esista un nome per questa sorta di patologia, […]

sundayness, o domenicosità, ovvero spiegare cos’è la domenica negli altri giorni della settimana

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

M. sfonda porte aperte. Poco fa, a cena, in una sera che è la domenica sera, mi ha proposto e abbiamo a lungo discusso di quella sensazione, o come diamine si può chiamare altrimenti, che è la domenica. Ed è incredibile come possa essere un qualcosa di universalmente riconosciuto, almeno qui nell’occidente opulento. La domenica […]