un’elezione da poco

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Non è andata benissimo Anna Oxa a Sanremo, vero? Meglio invece per Behgjet Pacolli, suo ex-marito, il nuovo presidente del Kosovo. I dettagli su il Post.

la manutenzione della motocicletta e l’arte dello zen

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

M. è nato e cresciuto a Genova. Te ne accorgi soprattutto non appena apre bocca. Non per l’alito, o per la dentatura imperfetta, difetti che si trovano a qualsiasi latitudine. Ma per l’accento e per la lingua. Come tutta la sua generazione anche M., che ha poco più che 40 anni, non ha molta dimestichezza […]

Sanremo 2011, ecco chi vincerà il Festival

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, gruppi in cui vorrei suonare, i like, pezzi che avrei voluto comporre io, Spazio Pour Parler

La mia amica S. deve scrivere un pezzo su Sanremo, qualcosa che metta insieme, come è ovvio, musica, costume, gossip e così via. S. è la stessa fan di Morrissey che nel 1987 o giù di lì, ora controllo meglio (1), partì alla volta della cittadina rivierasca per intercettare il suo idolo, ospite straniero di […]

compagni che sbagliano

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler, tv dei ragazzi

Parlare dei propri figli, parlarne male, è pressoché impossibile. Anche solo pensarne male, a meno di essere padre di Giusva Fioravanti. E forse nemmeno in quel caso. Chissà come si affronta un dramma di quella portata, da genitore con appena 7 anni di esperienza non voglio nemmeno pensarci. Su tutt’altro livello di drammi familiari, è […]

il cacciatore di cacciatori di teste

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Proprio questa mattina, in uno dei numerosi studi di comunicazione digitale dell’area milanese, S. ha fatto l’ennesimo colloquio. Lo ho saputo per caso, e senza perdere un istante mi sono fatto raccontare tutto. E sapete perché? S. è un maniaco dei colloqui di lavoro. Non so se esista un nome per questa sorta di patologia, […]

sundayness, o domenicosità, ovvero spiegare cos’è la domenica negli altri giorni della settimana

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

M. sfonda porte aperte. Poco fa, a cena, in una sera che è la domenica sera, mi ha proposto e abbiamo a lungo discusso di quella sensazione, o come diamine si può chiamare altrimenti, che è la domenica. Ed è incredibile come possa essere un qualcosa di universalmente riconosciuto, almeno qui nell’occidente opulento. La domenica […]

(super)teste di cuoio

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Vuoi vedere la pagina di Facebook del superteste di Berlusconi ma non ci riesci perché non è più disponibile? Clicca qui. Merito de Il post viola.

granny music awards

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, quattro stagioni (rossa), Spazio Pour Parler

Questo è un post in prima persona singolare rivolto alla terza plurale, perché si parla dei miei nonni e, vi giuro, non so come, ma riuscirò a taggarli in qualche modo. Se non vi interessa e volete cambiare canale, fate pure, vi capisco. Anche a me annoiano i blog-diario dei ricordi. Ma qui, tra poco, […]

direzione didattica

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, Spazio Pour Parler, tv dei ragazzi

Un pour parler sulla scuola, ispirato principalmente da 2 spunti. L’aver rintracciato con piacere su Facebook la figlia della mia maestra, una delle figure di riferimento più importanti della mia vita (e qui ahimé non possono mettere alcun link di approfondimento), e il post di Leonardo Tondelli presente qui, che ha come argomento Internet, cyborg […]

diritto di Facebook

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, Spazio Pour Parler

Leggo su l’Espresso un intervento superlativo di Giulio Graneri, il punto della situazione su una serie di aspetti volti a far comprendere meglio “quando stiamo andando”. Il tema è ottimamente riassunto nel titolo dell’articolo, “Dopo l’iPad, l’umanità 2.0”. Un tema complesso, in cui si intersecano diversi aspetti quali l’annosa questione del digital divide, la democratizzazione […]