tutte le iniziative per la sesta “Giornata senza musica”

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in buon proust ti faccia, tecnologia e altri incidenti

Non è la prima volta in cui l’assessore alla cultura si presenta con vistose calzature da trekking in ambiente urbano, ormai la cittadinanza è abituata ad accettare questo vezzo di informalità e soprattutto costituisce materia di distrazione se, al momento di tenere il discorso, nessuno lo ha provvisto di un microfono da esterni e ci […]

ti spunta un fiore sul desktop

Pubblicato il 5 commentiPubblicato in tecnologia e altri incidenti

Verso la fine degli anni 90 uno dei modi più diffusi di perdere tempo in ufficio prima che i social network irrompessero con tutta la narrazione della loro indispensabilità negli ambienti professionali, tesi che ha convinto aziende di tutto il mondo a lasciarli utilizzare in orario di lavoro ai propri dipendenti dimezzando così produttività e profitti […]

la migliori app per capire chi siamo dove andiamo cosa facciamo

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in Spazio Pour Parler, tecnologia e altri incidenti

Ha superato i 100 milioni di download IndovinaunpoTM, la app tutta made in Italy che da un semplice selfie in primo piano è in grado di elaborare un tracciato di quello che ci frulla per la testa in quell’istante dall’espressione del viso, quindi setacciare l’Internet e trovare a quale foto di personaggio più o meno […]

in morte di FF

Pubblicato il 6 commentiPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti

Il conto alla rovescia è partito: il 9 aprile prossimo venturo una mano ingrata abbasserà la leva, spegnerà l’interruttore, manderà in esecuzione un bel format c o semplicemente staccherà la spina al FriendFeed, il migliore dei mondi sociali sull’Internet possibili. Se non siete tra i frequentatori, il FriendFeed – o confidenzialmente Frenfi – è (anzi, […]

3 mesi di emozioni premium a soli €0,99. Goditi un’intera stagione di sensazioni offline e senza pubblicità

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in buon proust ti faccia, duepuntozero, post che capisco solo io, Spazio Pour Parler, tecnologia e altri incidenti

Il vantaggio del sistema emotivo standard va quindi identificato nella possibilità di avere a disposizione una library condivisa alla quale attingere ogni volta in cui ne sentiamo il bisogno. Questo consente l’ottimizzazione delle risorse che, erogate via web, ci permettono di liberare spazio dentro di noi da dedicare a quello che ci pare. Per lo […]

qual è l’ultimo libro che hai letto

Pubblicato il 13 commentiPubblicato in duepuntozero, Spazio Pour Parler, tecnologia e altri incidenti

“Qual è l’ultimo libro che hai letto” è una domanda che non dovete più porre ai candidati che si presentano ai colloqui per non rovinare tutto, avere brutte sorprese e diminuire ulteriormente la possibilità di trovare figure adatte al profilo ricercato. Facile che vi sentiate rispondere cose come “da qualche anno leggo Facebook, ho alcuni […]

convertiti al rigore dallo storytelling di un prodotto da supermercato

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti

Te lo dico io, Roberto, quando siamo diventati bacchettoni. E mi ricordo addirittura l’istante esatto: la relatrice è passata alla slide successiva e sullo schermo sono apparsi due casi di social media marketing di successo riguardanti la Nutella e le Gocciole. C’era un fetta di pane con la Nutella che si aggrappava a un palo […]

il numero uno delle scarpe online

Pubblicato il 5 commentiPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti

Pensate se l’evoluzione del marketing seguisse le tecniche di quello digitale che quando ti soffermi a valutare un paio di scarpe stringate in camoscio marrone su un sito poi è tutto un proliferare di scarpe stringate in camoscio marrone. Scarpe stringate in camoscio marrone nella pagina della posta, scarpe stringate in camoscio marrone nella home […]

zero punto zero, ovvero la vita prima di Internet

Pubblicato il 12 commentiPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti

E voi, la vita prima della rivoluzione Internet ve la ricordate? Quella in cui era tutto sulle nostre spalle a partire dalla responsabilità delle opinioni perché non c’era nessun modo per esprimersi senza metterci la faccia fino alle telefonate fatte alle ragazze, con la speranza che nessuno rispondesse al loro posto, tanto meno il padre. Federica, […]