il made in italy è così

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in tv[umtb]

Nel giro di qualche ora sono passato da “Modern Love” a “Made in Italy” ed è difficile trovare un termine di paragone efficace per descrivere la faglia che separa le due serie televisive. Se la prima fosse una rubrica settimanale pubblicata dal New York Times (e infatti è tratta da una rubrica settimanale del New […]

cielo rojo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in tv[umtb]

Prestare attenzione ai dettagli dei programmi tv è una vera e propria disciplina, più che un passatempo. Una pratica che, oltre al compiacimento del proprio spirito di osservazione e ascolto, permette di scorporare elementi minimi di ogni prodotto televisivo per giungere a valutazioni qualitative fondate e complete. Da quando esistono poi gli infiniti canali del […]

alla fine della terza stagione si capisce che è Alien

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in tv[umtb]

Riesce difficile spegnere il cervello e abbandonarsi all’oblio a stelle e strisce indotto dalla visione di “Stranger Things”. Le americanate – nell’accezione positiva del termine – bisogna prenderle in toto e solo così si piange, si ride, ci si copre gli occhi per la paura, si sogna, si ricorda, si guardano tutti gli episodi uno […]

fino a nuovo ordine – S1E1

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, tv[umtb]

In un futuro distopico la new wave ha vinto la guerra civile in Italia e i suoi sostenitori hanno occupato tutte le stanze dei bottoni culturali e sociali del paese. La tv in bianco e nero ha preso il sopravvento a scapito di quella a colori e nelle scuole, durante l’ora di musica, si suona […]

il nome della rossa

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in tv[umtb]

Si chiama Antonia Fotaras ed è la tipa di Adso da Melk nel remake de “Il nome della rosa”, la mendicante con i capelli rossi che al momento non si è visto nulla ma si sa già che poi, a un certo punto della storia, finiscono a letto, anzi per terra, il tutto ampiamente previsto […]

a scuola di maleducazione

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in tv[umtb]

Un po’ mi spiace che “Il collegio” sia trasmesso dalla RAI e non dalle reti Mediaset perché la consuetudine vuole che tutta la merda televisiva provenga dal ventre del Biscione. Invece “Il collegio”, in quanto a portatore malato di offese per l’intelligenza media del genere umano, non è secondo a programmi trash come “Amici”, “Uomini […]

a proposito, che mi dici del momento storico che stiamo vivendo?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in tv[umtb]

La fiction italiana ha dei seri problemi quando narra le storie ambientate nel passato recente. Quando ci sono di mezzo gli anni settanta, poi, si cade spesso nel ridicolo. I limiti della nostra cinematografia sono spesso riconducibili intanto alle facce degli attori italiani di oggi che, anche quando sono truccate da italiani di ieri, risultano […]

i cigni sono in buona compagnia

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in tv[umtb]

Nella mia idea di inferno ci sono solo due canali televisivi in cui sul primo passano ininterrottamente solo episodi di Grey’s Anatomy e sul secondo c’è una fiction italiana che è una specie di Whiplash de noantri ma, chiaramente, essendo italiana il focus non è certo sul jazz ma sulla musica classica o anzi sull’idea […]

quando la tv generalista generalizza

Pubblicato il Pubblicato in tv[umtb]

Una tradizione dell’estate italiana è la RAI che si tinge dei colori della nostalgia, o, meglio, dei non-colori considerando che le tinte in questione vanno dal bianco e nero ai primi esperimenti di modernità sbiadita. Quasi contemporaneamente, intorno all’ora di cena, la tv pubblica ci accerchia con una doppia proposta di cose del passato, trasmettendo […]

duel

Pubblicato il Pubblicato in tv[umtb]

Se volete togliervi la voglia di western vi consiglio la visione di “Godless”, la serie tv disponibile su Netflix che ho terminato proprio ieri sera e, spoiler a parte, vi assicuro che l’ultima puntata è una specie di apoteosi del genere quindi, se vi piacciono le storie sui cowboy, correte subito ad accendere la tv. […]