facciamo il punto su quello che emerge da certe persone

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in Spazio Pour Parler

Ora che la barba va così di moda capisco cosa c’è che non andava nella mia. Volevo tenerla a tutti costi non tanto per un fattore estetico quanto di praticità, non avete idea di che rottura di scatole radersi ogni mattina e quanto possa essere deprimente farlo nella solitudine delle ore prima dell’alba in inverno, […]

nuovi modelli caserecci di ritorno al futuro in concomitanza con l’imminente anniversario

Pubblicato il 9 commentiPubblicato in buon proust ti faccia

Se vi esorto a riprodurvi (in quantità controllata se no il pianeta esplode, anche se il procedimento per farlo è pur sempre un bel momento) è perché non vorrei privarmi del piacere di rivedere le vostre facce un po’ incartapecorite ancora una volta giovani se non addirittura fanciullesche come un tempo. È una bella esperienza, […]

gli amici si vedono nel momento del bis

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alcuni aneddoti dal futuro degli altri, Spazio Pour Parler

Non so se avete letto qualche giorno fa le dichiarazioni del bassista dei Rage Against the Machine che si è dispiaciuto di aver ispirato musica di merda ad artisti e band successive, riferendosi ai Limp Bizkit che davvero ho fatto fatica a ricordare chi fossero, tanto erano una nullità. Un gesto di una nobiltà fuori […]

i parenti del defunto ringraziano

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in buon proust ti faccia

Al funerale del papà di Ale c’era qualcosa che non mi tornava ma che né durante la cerimonia né nei mesi successivi in cui ho avuto tempo per rifletterci sono riuscito a mettere a fuoco. La messa e la processione verso il cimitero sono funzioni standard, in questi casi, e vuoi l’emozione o l’eccezionalità dell’evento […]

amici nel momento del bisogno

Pubblicato il 3 commentiPubblicato in buon proust ti faccia, Spazio Pour Parler

Quindi avrete capito anche voi che Stefano passa il tempo con me perché altrimenti starebbe da solo, lo si evince da come me lo fa pesare. Qualsiasi cosa che dico è una cazzata, il posto fa schifo e mi si impregnano i vestiti di puzza di cucina, cambia canzone che questa mi fa cagare, insomma […]

quando sembra che proprio non si possa cancellare

Pubblicato il 6 commentiPubblicato in quattro stagioni (rossa)

Se fingi di non ricordarti di una persona quando la incontri a distanza di vent’anni obiettivamente non ci casca nessuno. Le bugie di questo tipo hanno altro che gambe corte. Hanno gambe fiaccate dalla flebite e strette in calze contenitive color carne, e a malapena riescono a muovere un passo, tanto per iniziare. Questo perché si […]

cinquanta sfumature di canizie

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa)

Il modo più efficace per sconfiggere la vecchiaia è la solitudine. Anzi la misantropia. Non vedere nessuno permette di limitare l’osservazione del tempo che passa solo su se stessi, cosa assai più lieve e sopportabile considerando che avendo noi stessi sotto gli occhi allo specchio ogni santa mattina non ci accorgiamo dei segnali. Il che non significa […]

primi dolori

Pubblicato il 8 commentiPubblicato in casa plus1gmt, quattro stagioni (rossa)

Tesoro, se mai ti capiterà di leggere queste righe sappi che l’amicizia è un fattore forse più imprevedibile dell’amore perché spesso è a fondo perduto mentre se c’è un legame fisico di mezzo subentrano altre modalità di darsi l’un l’altro. Tu non lo puoi sapere, hai solo undici anni, ma le persone si dichiarano amici […]

vecchi e amici

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in quattro stagioni (rossa)

D’estate gli anziani sono un argomento tabù perché vogliamo scrollarci di dosso il senso di colpa se li lasciamo soli, poi a parte qualche mostro meteorologico c’è anche il finto pentimento di aver creato un mondo troppo esposto al sole per le loro possibilità. Non sappiamo dove metterli e dove farli stare e anche se […]

consolare gli afflitti

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

Così penso di chiedergli perché sta piangendo non tanto per impicciarmi degli affari suoi ma perché sembra essere diventato un dovere quello di intervenire sempre e comunque con gli amici che manifestano qualche difficoltà, anche a rischio di agire a sproposito ed è una cosa con cui alcuni, me per primo, devono ancora prendere le […]