Italia, vivere qui è la fine del mondo

Pubblicato il 19 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Se come me arrivate già stanchi come dei ciucci alle nove del mattino in ufficio non dovete preoccuparvi. Voglio dire, state tranquilli, non avete nulla che non va fisicamente. Siete già fiaccati ancora prima di cominciare la vostra giornata fondamentalmente perché vivere in Italia è faticoso. E non dovete dare retta ai soliti luoghi comuni […]

chi non ride è del pdl

Pubblicato il 3 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Guardavo la copertina di Crozza della scorsa puntata di Ballarò in differita – anche perché non ricordo di aver visto qualcosa in prima serata, a quell’ora il telecomando non mi compete – e notavo come fossa netta la differenza di facce da cazzo tra il pubblico, distinto in persone che ridono e applaudono perché oggettivamente […]

boia chi flatula

Pubblicato il 4 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

[Nota del blogger: prevedendo una schiacciante vittoria dei pentastellari alle prossime politiche, non certo per merito loro ma per demerito altrui, inizia da oggi un tentativo di captatio benevolentiae smaccatamente finalizzata a saltare sul carro del vincitore, così da prenotare un posto di riferimento nella blogosfera che verrà secondo le linee guida del sistema operativo […]

mi costituisco

Pubblicato il 10 commentiPubblicato in partiti e poi tornati, Spazio Pour Parler

Condannate me, condannatemi all’ergastolo. Altro che sette anni per concussione. Chiudetemi in galera e buttate via la chiave perché sono colpevole. Sono reo confesso, altro che mitomane. Perché è colpa mia, sono io la causa. Io ho contribuito con la mia complicità memorizzando sul pulsante numero cinque del telecomando del primo tv color che è […]

il rimbom-bom-bom-bom-bom-bom-bombo irlandese

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in partiti e poi tornati, Spazio Pour Parler

Se tra le pietre miliari del vostro background culturale sono presenti i due celebri volumetti della “Storia e gloria della dinastia dei paperi“, converrete con me che le storie e le vanaglorie del magnate più amato dagli italiani ricordano per certi versi quelle del plutocrate paperopolese, che nascondeva ricchezze e averi un po’ ovunque per […]