compagni di viaggio

Pubblicato il 4 commentiPubblicato in Spazio Pour Parler

Al proprietario di un telefono del genere non dovrebbe essere consentito di provare in sequenza e in “profilo normale”, quindi a volume medio-alto, tutte le suonerie di cui il dispositivo è dotato, vero? E se te lo ritrovi a fianco nel tragitto del ritorno mentre stai valutando se sia meglio proseguire con la lettura o […]

una comunità, o meglio un centro di riabilitazione

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, Spazio Pour Parler

L’ultima bussola di Ilvo Diamanti fa il punto su quella che potremmo definire in termini molto generali la galassia Zuckerberg, l’insieme dei mezzi di comunicazione personali che ha dato una seconda possibilità a timidi e sociopatici nell’ampia gamma di disturbi da contatto interpersonale diretto. Dialogare punto-punto o punto-multipunto per interposto dispositivo ha parcellizzato quel tessuto […]

tono su tono

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, i dislike, Spazio Pour Parler

Non ricordo chi scrisse che verrà un giorno in cui la SIAE farà pagare  le suonerie dei telefoni trasmesse a volume elevato in pubblico, quindi accomunate alle altre esecuzioni musicali dal vivo e soggette alle norme sul copyright. Forse è una cosa che ho pensato io, ma ne dubito, sin troppo elaborata. E quello che […]

non chattate al conducente

Pubblicato il 3 commentiPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, Spazio Pour Parler

Proliferano su Repubblica.it le segnalazioni di autisti del trasporto pubblico che, in servizio, si dilettano in attività collaterali (e pericolose) alla guida. Le prove sono clip in cui i protagonisti sono ripresi durante conversazioni telefoniche, mentre scrivono sms, addirittura intenti in attività ludiche con l’ipad. L’autista duepuntozero dovrebbe rendersi conto che anche i passeggeri sono […]

i principii dei poveri

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in duepuntozero, tecnologia e altri incidenti, potrebbe piovere, quattro stagioni (rossa)

Non guardo la tv perché non mi va di essere bombardato di spot. Per lo stesso motivo impongo, quasi sempre senza essere ascoltato, il diktat ai miei congiunti. Con mia figlia, che ha accesso solo a un paio di canali per bambini del digitale terrestre, il compromesso è che a ogni interruzione per i consigli […]