fidatevi, il veleno di Cinzia era l’eroina

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora

Sui pezzi di Venditti ci vorrebbe un blog a parte, e magari c’è pure e io ne sono all’oscuro. Ecco, se c’è, vi prego di continuare a non segnalarmelo. Ma non per via del fatto che con l’Antonellone nazionale ho un po’ il dente avvelenato da quando, al Moulin Rouge – e se siete miei […]

mi viene voglia di cambiare il cognome

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, pezzi che avrei voluto comporre io

Scusa Francesco, sono ancora in tempo per gli auguri? Allora te li faccio con il pezzo di De Gregori che preferisco. Non è certo uno dei più celebri, raramente si trovava nei karaoke e nelle scalette dei pianisti di pianobar, il motivo per cui, dopo anni di servizio, ancora oggi le pagine chiare e le […]