tutte le volte degli Interpol dal vivo al Letterman

Posted Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora

Gli Interpol sono stati ospiti al David Letterman Show ben 4 volte, quasi una per ogni disco uscito. Le performance dal vivo della band di Paul Banks non sono mai impeccabili ed è possibile accorgersene da queste esibizioni. Le sbavature spesso sono l’essenza della musica dal vivo, nel caso degli Interpol però certe inesattezze – per non dire […]

vicini di banko

Posted 1 commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora

(Tra parentesi, il titolo di questo post non è granché, lo so). Chiusa parentesi. Riportano varie webzine come questa che Azealia Banks conferma il suo eclettismo pubblicando una cover a sua immagine e somiglianza di “Barely legal” degli Strokes, che non è male e stavo per postarla poi però ho letto bene nello stesso articolo e […]

meglio solisti che mal accompagnati?

Posted 3 commentiPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, appunti per una Top Ten del 2012

Spiegatemi perché il cantante di un gruppo decide di avviare una carriera solista parallela a quella della sua band producendo materiale assolutamente in linea con quello realizzato dalla band stessa. Mera questione di spartizione dei profitti? Voglia di solitudine? Necessità di dimostrare la propria autorevolezza artistica anche senza l’apporto dei propri compagni di avventura? Era […]

untitled, ma quella vera

Posted 1 commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, gruppi in cui vorrei suonare, pezzi che avrei voluto comporre io

Dieci anni fa usciva “Turn on the bright lights”, il primo long playing degli Interpol nonché il primo vero segnale che tutto quel rimescolamento di piani curtisiani (perdonate il neologismo) che c’era in giro stava realmente portando a qualcosa di nuovo nell’aria, anzi di antico ma rivisto. C’era già stato qualche epigono qui e là […]