gossip a cinque stelle SVEGLIA!!!1!111!!

Posted 4 commentiPubblicato in partiti e poi tornati, Spazio Pour Parler

Tra romanzi di letteratura erotica e letteratura erotica mascherata da tabloid o viceversa la gente continua a mantenere la consuetudine di guardare le figure anziché leggere. E come biasimarla. Di fronte a una prosperità di tette e culi maldestramente contenuti da risibili lembi di stoffa in splendide cornici estive, con qualche dettaglio di smagliature per umanizzare […]

coca cola pepsi cola osso duro

Posted Lascia un commentoPubblicato in Spazio Pour Parler

C’era il mostro della focaccia, tumidelabbra, darkene e la sua inseparabile amica metadone. Poi chiappette d’oro, la broccolona (per lo sfoggio di una vistosa maglia con illustrazioni floreali) e la sconvoltona, Trudy, la pompa dai capelli rossi e vulgo, o donna del popolo, facile immaginare perché. Soprannomi simpatici e divertenti ma avevamo nemmeno vent’anni, facevamo […]

guida di sopravvivenza a una eventuale vittoria elettorale dei grillisti

Posted Lascia un commentoPubblicato in partiti e poi tornati

Cari amici, le elezioni europee e amministrative sono oramai dietro l’angolo e a furia di hashtag e di sparate – oggi un Hitler, domani un Berlinguer – quei mentecatti dei pentastellari sono riusciti ad accendere il barlume di tifiamo rivolta cieca e ignorante che brillava latente in ogni qualunquismo somaro e vetero-complottista residente in Italia. […]

rho non ha nessuna colpa

Posted 7 commentiPubblicato in a Milano, buon proust ti faccia, Spazio Pour Parler

Giovanni era il mio preferito perché conduceva la sua vita da villeggiante senza il bisogno di legare con i suoi coetanei autoctoni. Trascorreva il mese di luglio a casa della nonna, un appartamento all’ultimo piano di un edificio signorile dalla eccessiva impostazione architettonica eclettica, costruito cioè in quel periodo in cui non sembrava strano mettere […]

grillo e la strategia di annibale

Posted 2 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Consapevole della perdita di consenso dovuta a quell’altro pallone gonfiato di Renzi, in una gara demagogica a chi la spara più grossa nella quale alle amministrative e alle politiche difficilmente i nazisti del grillinois potranno arginare con il loro populismo quell’altro che a botte di ottanta euro a pioggia corrode le percentuali altrui nei sondaggi, […]

chi ha la meglio nei battibecchi

Posted Lascia un commentoPubblicato in partiti e poi tornati, Spazio Pour Parler

Come cambiano i tempi. Il primato dell’antipatia una volta spettava agli stronzi della sinistra intellettuale abbiente, quelli che adottavano argomenti di discussione talmente eruditi che la massa esasperata dai continui capovolgimenti sentimentali di Beautiful lasciava senza risposta a prescindere, tanto che poi quella classe e quella generazione ne è uscita sbruciacchiata a furia di corto […]

affinità elettive e divergenze elettorali: la politica ci separerà, di nuovo

Posted 13 commentiPubblicato in partiti e poi tornati, Spazio Pour Parler

Se non altro il movimento cinque stelle fino a oggi è riuscito a rovinare numerose amicizie, sono stati persino registrati casi di coppie che sono scoppiate, fidanzamenti interrotti, amori disillusi da una scia chimica o da un vaccinazione esavalente di troppo. Come biasimare queste persone, d’altronde. Gente che non ne può più di questo tipo […]

Sanremo 2014, ecco chi vincerà il Festival (senza essere nemmeno eletto dalla gente che votano)

Posted 5 commentiPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, partiti e poi tornati, Spazio Pour Parler

La mia visione un po’ ingenua e infantile dell’Italia è quella di un paese in cui il PD prendeva il 74 per cento e i Perturbazione vincevano Sanremo, che è un po’ come dire un posto dove ci abitano solo quei quattro gatti di amici e conoscenti che frequento in carne ed ossa e sui […]

bullismo a montecitorio, guarda il video

Posted 6 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Se mettete a confronto il video della bulla di Bollate con quello del bullo di Genova e del suo farneticante monologo ai danni delle democrazia, non tanto di Renzi che, comunque, dev’essere uno abituato a prendere giustamente ceffoni, troverete non poche similitudini. Il non lasciar parlare, l’arroganza, la dialettica da appena posso ti metto le […]