alzati che sta passando la musica della pasta Barilla

Pubblicato il 5 commentiPubblicato in partiti e poi tornati, pezzi che avrei voluto comporre io, Spazio Pour Parler

C’è stato un momento storico in cui tutta l’Italia si è stretta intorno alla musica della pubblicità della pasta Barilla. Erano gli anni 80 e rotti ed era un tempo perfetto per le composizioni di Vangelis come quella scelta per lo spot in questione, che come sapete si intitola “Hymne”. Venivamo da esperienze come Blade […]

seguirà: confronti PD da incubo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in comunicazzione, partiti e poi tornati

Non so voi, ma io non mi sono ancora abituato a queste formule discutibili di politica spettacolo, che già ho il presentimento che anni di talk fatti in questo modo abbiano generato un effetto stalk sui cittadini. Ovvero che il sensazionalismo e la querelle (per non dire gli insulti) come agenda politica e relative sovraesposizioni […]

prove tecniche di messaggi a reti unificate in toscano

Pubblicato il 6 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Lo sfondo dello studiolo di Renzi è comunque deludente, a partire dalla foto di Napolitano in bella mostra, il trono da Lorenzo il Magnifico, la madia rustica che fa a cazzotti con quel telefono anni 90 in basso a sinistra. Io poi di mobili non me ne indento, eh, magari alla fine tutta quella roba […]

pretty fly for a white guy

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, partiti e poi tornati

in questa notte fantastica, la prima dell’era Renzi

Pubblicato il 11 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Crescono i “rumours” intorno a Renzi che si sta sempre più affermando attraverso i media come l’uomo della svolta. Renzi pronto a guidare il partito, Renzi pronto a dirigere il Paese, Renzi che riceve endorsement da Franceschini e dall’area dem, dagli ex-popolari, Renzi che twitta mai più guerrOH WAIT! No, quello è un altro. Su […]

non so voi, ma io mi sono commosso

Pubblicato il 6 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Il momento clou è stato al passaggio davanti allo stand in cui si spillavano birre e cuocevano salsicce: Bersani è stato invitato a mettersi all’opera e, tra un birra e una salsiccia, il coro che lo ha accompagnato è stato: “Un segretario, c’è solo un segretario”. (da Repubblica)

ma dici a me?

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

In generale è perché mi dà fastidio che mi si dicano certe cose. A me, poi. Non abbandonate gli animali. Calderoli deve dimettersi. Stai dicendo a me? Basta con gli stanziamenti per l’acquisto di aeroplani militari. Comprate cibi a chilometro zero. Le lattine vanno con il vetro e non con la plastica. L’aborto clandestino sta […]

colmare il voto

Pubblicato il 7 commentiPubblicato in partiti e poi tornati

Non è che non si possa cambiare idea con il tempo, anzi trovo che mettere in discussione le proprie convinzioni sia tutto sommato un comportamento maturo. La testardaggine lascia il tempo che trova e il tempo che trova è quello dei ragazzini che puntano i piedi per terra, fanno di tutto per fare gli originali, […]

epifania

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in partiti e poi tornati

un governo di consistenza, di colore, di sapore, di odore, eccetera eccetera

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in partiti e poi tornati

Sono molti i conti che non tornano per un elettore medio del PD come il sottoscritto all’indomani delle convocazioni in nazionale per il nuovo campionato europeo degli esecutivi 2013 in cui, si sa, partiamo almeno terzultimi o poco meno. Una perfetta trama di equilibri che non sembra scontentare nessuno se non quelli che se non […]