il made in italy nel mondo

dinasty

la storia siamo loro

tira più un capello di Ruby

«È veramente una ragazza in gamba», ha dichiarato lunedì Lugner ai media. A chi gli chiedeva perchè scegliere una ragazza nota solo per il suo coinvolgimento da minorenne con Berlusconi, l’imprenditore si è limitato a rispondere: «c’è sempre gente che vuole trovare il pelo nell’uovo».

Sul Corriere il resto dell’articolo e tutti dettagli sul ballo delle debuttanti. Imperdibile.

ruby e stasy

Chi è Stasy? Una nuova minorenne intercettata nelle conversazioni sui festini della tavernetta? Una ex-schiacciabrufoli a cui è stato donato un assessorato nuovo di zecca? Una naufraga dell’Isola pronta ad essere stipendiata dai suoi fan contribuenti? Ma no, siete fuori strada. C’è un complotto, a suo insindacabile giudizio, per convincere anche i suoi più strenui sostenitori della sua incompatibilità con il suo ruolo. Peccato che tutto questo si ripercuota sulle vite degli altri. Qui non è la DDR.

i promotori della libertà di costumi

Ilvo Diamanti su Repubblica.

Ciò conferma che Berlusconi, in una certa misura, abbia intercettato una corrente d’opinione di lungo periodo. Un relativismo etico, che riguarda la concezione della donna e del suo ruolo. Nella società, nella famiglia, nelle relazioni di genere. Insieme a un sentimento omofobo, mai dissimulato. Oltre a una diffidenza radicata verso le istituzioni e le regole pubbliche. Berlusconi non ha “inventato” questi atteggiamenti e questi modelli etici, trasferendoli agli italiani attraverso i media. Li ha, invece, “rappresentati” (cioè: ha dato loro rappresentanza e rappresentazione). E li ha, inoltre, amplificati. Legittimati. Imposti come modelli (e consumi) di successo. Liberarsi di Berlusconi, per questo, non basterà a liberarci dal berlusconismo. Perché è un’anomalia che abita in noi, nella nostra storia e nella nostra società. “Curarlo” non sarà facile. Dovremo curare anche noi stessi.

mistero nudo, re buffo e altre storie e viceversa

Leggete Leonardo qui, anche se so che è superfluo che ve lo chieda io.

 

ruby in the sky with diamonds

nel dubbio, menti

E dire agli italiani — che evidentemente lo immaginano vero, e applaudono — che i magistrati fanno quello che gli pare disponendo intercettazioni a piacimento per poi vedere se esce un reato — è totalmente irresponsabile.

L’arte di dire il falso e passare inosservati, per fortuna c’è Il Post. Diffondiamo.

colorado café

un primo ministro settanquattrenne, accusato di essere un recidivo puttaniere, per riacquistare credibilità e statura morale verso l’opinione pubblica dichiara di avere una relazione stabile con una ventiseienne che aspira a fare la soubrette.