fermatemi se pensate di avere sentito eccetera eccetera

Pubblicato il 7 commentiPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora

Insomma, il pezzo in assoluto più bello degli Smiths e non c’è verso di trovarne una versione live eseguita dagli Smiths in persona su youtube, anche perché mi sa che un tour di “Strangeways here we come” non c’è mai stato, considerando che tra i problemi di Marr e i dissidi interni all’uscita del mio loro […]

iniziare qualcosa e non poterlo finire

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, gruppi in cui vorrei suonare, pezzi che avrei voluto comporre io

Un altro anniversario che ricorre in questi giorni del 2012 è il venticinquesimo della pubblicazione di “Strangeways, here we come”, il capitolo conclusivo di una delle esperienze musicali più significative della parte meno oscura degli anni ottanta. Dappertutto si è letto che si tratta del long playing più sofferto, funestato dall’aria di dismissione del gruppo, […]

band in glove

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora

Ed ecco a voi un nuovo gruppo clone degli Smiths. Speriamo che Marr e Morrissey tornino insieme una buona volta e pongano fino a questo incessante succedersi di replicanti.

how soon is Christmas?

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora

I gradi di separazione tra me e Johnny Marr sono solo due, c’è Fabio De Luca a farci da intermediario, pensate un po’. E via Polaroid, ecco una deliziosa strenna natalizia da parte del nostro ex chitarrista degli Smiths (e degli Electronic, non dimentichiamolo) preferito, un pezzo per le festività in free download. Jingle all […]

andate a lavorare, capelloni

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, gruppi in cui vorrei suonare

The Smiths, ovvero gente comune, quella che incontri in ufficio. Via Rael.

alle radici degli smiths

Pubblicato il 4 commentiPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, pezzi che avrei voluto comporre io

A distanza di quasi dieci anni ho capito finalmente che canzone mi ricorda The Seed 2.0, il pezzo di Cody Chesnutt poi rifatto nel 2003 insieme ai The Roots. Magari è cosa arcinota, o si è trattato di un tributo e non lo sapevo e e non mi sono documentato prima di scrivere e ci […]

jack london

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, tifiamo rivolta

Su Sempre un po’ a disagio c’è chi giustamente si lamenta del Morrissey-pensiero tirato in ballo solo perché c’è panico tra le strade Londra e analogo stato d’animo a Birmingham, ma, come è noto ai più, la rivoluzione che gli Smiths avrebbero voluto scatenare non andava al di fuori delle loro membra, al massimo della […]

it’s exactly what the smiths wanted to be (a girl rock band)

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora