l’iPhone alla mia unica condizione

Standard

Che te lo compri con i tuoi risparmi e solo quando hai 18 anni. Tanto sono certo che per quell’età avrai acquisito tutti gli strumenti per comprenderne la superfluità.

Con amore,
tuo papà.

12 pensieri su “l’iPhone alla mia unica condizione

  1. se così sarà scrivimi.
    ‘Mamma, conviene, mi fanno un contratto che TI fa risparmiare, internet compreso, non mi cambiano numero e mi danno l’aifon5, cosa vuoi di più? TI conviene. In questo modo mica me lo compri tu. ‘

  2. Mio padre mi disse una cosa del genere quando gli chiesi un telefonino, avevo credo 9 o 10 anni, quindi stiamo parlando di un’epoca in cui i cellulari erano ancora una novità. Poi un mio parente me lo regalò alla Comunione, e addio bei propositi. Bisogna farci attenzione, ai parenti, e pure agli amici.
    E poi sono d’accordo con Pendolante su tutta la linea. Si narra di genitori che riempiono di regali i figli perché “dal dentista è stato bravo”, e non parliamo di quel che succede se vengono promossi. Quando venivo promossa io ricevevo un “brava, hai fatto il tuo dovere”, e il bello è che non chiedevo altro.

  3. non è tanto il telefono per telefonare, ma tutto quello di cui è farcito. Voglio dire, non sarebbe un problema avere un coso con cui chiamare gli amici (con i dovuti controlli si consumi) e mamma e papà in caso di necessità. Il problema è “quel” coso che costa più di un milione di lire, e che fuoriesce dai miei canoni di generi di prima necessità.

  4. Sì, lo capisco, fuoriesce anche dai miei. Del resto. il telefonino per me a 12 anni serviva quasi a niente, e di certo fuoriusciva dai canoni di prima necessità di mio padre. Il problema è quando i tuoi paletti vengono scalzati dai fatti, e cioè: se i nonni – facciamo l’esempio – decidono di infischiarsene dell’inutilità di quell’oggetto e dei tuoi principi educativi, preoccupati solo di far felice il/la nipote, e soprattutto dispongono incredibilmente di un milione di lire da buttare dalla finestra. il gioco è fatto. Perché poi che facciamo, glielo togliamo dalle mani?
    Per dire, eh. Che tanto poi, ma chi te lo regala l’aifon di questi tempi? Vedi a che serve, la crisi.

  5. Non so, a giudicare da quanti ne vedo sembra che lo abbiano tutti. Se i nonni lo regalassero a mia figlia, eccome se glielo toglierei di mano con la scusa che è troppo piccola. Così lo userei io.

  6. Non te lo perdonerebbe mai 😀
    (Effettivamente pare ce l’abbiano tutti, anche chi eri sicuro non se lo sarebbe mai potuto permettere. La cosa mi perplime.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.