alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 02.02.13

Standard

Claudiappì, “Uova, regali e animali [#52]”: Sto al computer da un po’, in camera. Ogni tanto mi alzo, vado in cucina, prendo due biscotti al burro e torno. Mi rimetto a leggere e a scrivere mentre sgranocchio. Mi rialzo, prendo altri due biscotti e torno alla mia postazione. Dalla camera alla cucina sono esattamente 18 passi. Non so voi, ma io la considero attività fisica.

Crescere creativamente, “Colloqui via skype: ora non esageriamo.”: Via skype si possono fare un sacco di cose utili nella comunicazione scuola-famiglia, cose tecniche insomma, ma a confrontarci sui bambini, sugli studenti, parlare di situazioni, senza avere l’interlocutore di fronte corpo compreso, non mi ci vedo.

Questione della decisione, “L’irrazionalità della politica: elettori e tifosi pari sono”: Ogni tifoso che si ritenga tale si fa un vanto di non cambiare mai squadra nella sua vita. Sia nel bene che nel male il tifoso difende i propri colori e garantisce assoluta fedeltà al gruppo. Per lui è importante che non si tradisca la squadra. Ecco, questo è l’aspetto fondamentale: puoi aver ingannato, ma se è per favorire la tua squadra ci si passerà sopra mentre se è per danneggiarla, non c’è perdono. Questa difesa a oltranza non ha niente di razionale, è identificazione pura con il clan, è difesa contro tutti i nemici, è una specie di vita o morte perchè se sei da solo, fuori dal gruppo, sei morto.

Maimaturo, “Il movimento”: Il momento è gravissimo: la gente non arriva più alla fine del mese, i pensionati non riescono ad andare in riviera, le rondini hanno smarrito la strada; le cavallette e l’influenza no. Tu, proprio tu, che fino ad ora sei stato soltanto un contribuente da spremere, contribuisci davvero a cambiare l’Italia.

Canzone del giorno
Tegan and Sara – Closer

3 pensieri su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 02.02.13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.