chrüterchraft

Standard

L’ottimismo esageratamente sopra le righe con cui i partecipanti alle call del venerdì pomeriggio si accomiatano gli uni dagli altri dovrebbe avere un nome tutto suo. Ma anche il senso di smarrimento individuale con cui il lunedì mattina ci apprestiamo a riconnettere i fili delle attività che ci consentono non solo gli entry level del sostentamento ma anche tutti quei surplus esistenziali a partire da passatempi come questo necessiterebbe di un modo esclusivo con cui essere definito. E non sono in pochi quelli che credono che la lingua tedesca sia la più appropriata per questo genere di cose. Solo con la lingua di Angela Merkel e soci si possono mettere in fila e più o meno a ritroso tutti i termini più appropriati per definire un concetto e dare vita a una chilometrica espressione che, anche se a pronunciarla o a scriverla ci vuole impegno, tuttavia è in grado di offrire grandi soddisfazioni alla filosofia, all’arte della narrazione e alla nostra soddisfazione di pensatori indipendenti e silenziosi, quando notiamo quello che abbiamo dentro e ci monta su la voglia di comunicarlo al prossimo ma, in italiano, ci perderemmo in dispersive locuzioni ed esempi poco calzanti. Così, cari germanisti, berlinesi e non, allievi del Goethe Institute o madrelingua tedeschi seguaci di questo blog, a voi l’arduo compito. Avete presente la pubblicità della Ricola? Ecco, da voi ci aspettiamo grandi cose.

9 pensieri su “chrüterchraft

  1. i miei figli non ascolteranno mai i talking heads. Gli anni 80 fanno cagare. Chiunque non abbia avuto la sfortuna di far coincidere la propria adolecenza e gli anni migliori della propria vita con quel periodo, è d’accordo con me.

  2. L’elogio della capacità descrittiva del tedesco lo condivido appieno (non scherzavi, vero?) ma avendolo studiato milleannifa, col compito mi trovo in difficoltà, purtroppo.

  3. mai stato più serio, un amico su facebook ha proposto “Freitags-qualcosa-schwärmerei”, che ne dici? Non so una parola di tedesco, spero non sia qualcosa di volgare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.