alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 03.06.15

Standard

Linkiesta, “Nickolas Butler, lo scrittore venuto dal Wisconsin”: A Eau Claire, Butler è diventato padre — la prima volta sei anni fa, la seconda due — lì, tra le neve del Wisconsin, tra i campi sterminati, fiumi ghiacciati e bufali ha cominciato a scrivere, e lì ci ha ambientato il suo Shotgun Lovesongs, un libro che è partito dal Wisconsin, ha fatto il giro del mondo, ed è stato già opzionato per diventare un film, anche se a Butler pare non importare troppo: «non vorrei che venisse fuori un capolavoro, né che venisse fuori una schifezza, mi piacerebbe fosse nel mezzo. I film portano un po’ di soldi, ci potrei pagare l’università ai miei figli, l’estetica e l’aderenza al libro direi che sono cose secondarie».

youthless fanzine, “Confessioni di un musicista: Max Collini”: Un pomeriggio tornai a casa presto, era il 1989 e vivevo da solo da qualche settimana in una mansarda “miserella” lungo il torrente Crostolo, qui a Reggio Emilia. Avevo vent’anni e mi sembrava ugualmente una specie di reggia, perché la libertà appena conquistata vale più di ogni altra cosa.

Frizzifrizzi, “The charted sandwich board: un poster ti spiega come preparare i panini (di tutto il mondo)”

il paese degli Sputnik, “Lunochod 2: il secondo rover lunare”: Nel mese di gennaio del 1973 il programma spaziale sovietico proseguì l’esplorazione dello spazio con un nuovo veicolo lunare inviando tramite la missione Luna 21 il Lunochod 2 sulla superficie del nostro satellite.

Il Post, “Andare a Expo in tram”: Non molti sanno però che oltre alla metropolitana, che ferma a Rho Fiera e lascia i visitatori proprio davanti all’entrata Ovest Triulza, a Expo ci arrivano anche due tram: il 19 e il 12 fanno capolinea di fronte all’ospedale Sacco, in via Giovanni Battista Grassi.

Canzone del giorno
Grasscut – Curlews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.