alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 11.06.15

Standard

La Stampa, “Umberto Eco: “Con i social parola a legioni di imbecilli””: I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli.

Il Manifesto, “Se a scuola non sei Baricco sei out”: Intel­let­tuale à la page, affa­bu­la­tore mul­ti­me­diale, varia­mente scrittore-saggista-critico musicale-conduttore televisivo-pianista-sceneggiatore-regista, pro­prie­ta­rio, ani­ma­tore e docente di una scuola pri­vata per aspi­ranti neo Salin­ger 2.0: non man­cano le cre­den­ziali ad Ales­san­dro Baricco — teo­rico del bar­ba­rico che avanza — per par­lare di scuola, inse­gnanti e dise­gno di legge del suo amico Mat­teo Renzi. Dal pul­pito radi­cal chic di Repub­blica delle Idee 2015, ça va sans dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.