vogliamo l'uguaglianza dei diritti per gli upload

Standard

Che cos’è questa discriminazione? Perché gli upload non hanno gli stessi diritti dei download che quando uno (non io eh) vuole vedere un film in quattro e quattr’otto ce l’ha bello e pronto sul PC mentre provate da casa a mandare con un sistema cloud le foto a un amico. Con tutto quello che pago possibile che nel duemila e sedici gli upload subiscano ancora queste angherie dai service provider? Sarà forse considerato contro natura caricare le cose da qui verso la rete che ci vengono imposti questi tempi biblici? Non si tratta dello stesso bocchettone da cui scarichiamo ogni porcheria con la massima scioltezza? Persino i mostrilli di Wetransfer ti guardano con compassione mentre dopo mezz’ora sei ancora lì al quattordici per cento e pensano che sfigati questi umani che le trovano tutte per spremere soldi ai loro clienti. Ora mi metto seduto e qualcuno di voi capiscioni dell’Internet mi spiega per filo e per segno il motivo per cui ci sono trasferimenti di serie A e trasferimenti di serie B.

2 pensieri su “vogliamo l'uguaglianza dei diritti per gli upload

  1. Facciamo il classico esempio della vasca da bagno. La riempi con il rubinetto e la svuoti aprendo lo scarico. Ma prova a fare il contrario nello stesso tempo.

  2. Facciamo il classico esempio del casello di Rosignano di sabato mattina. Ci sono 20 postazioni, quante di quante saranno aperte in direzione mare? Almeno 19, ne lasciamo giusto una nell’altro verso, per quello sfigato di plus1 che s’è scordato le pinne a casa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.