occupy top 10: musica standard nell’anno dei ribelli

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, appunti per una Top Ten del 2011

Non è stato un anno di quelli che passeranno alla storia della musica, questo ventiundici, forse perché ne sono successe di ogni in altri settori degne di essere ricordate, e gli adolescenziali sforzi di sublimare nell’arte musicale le proprie pene sono passati in secondo piano, alla voce “ragazzino lasciaci lavorare in pace, c’è da risolvere […]

piano pianissimo

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, appunti per una Top Ten del 2011

Non è per niente male l’ultimo lavoro di Meshell Ndegeocello, intitolato “Weather”, segnalatomi da una delle mie principali pusher di materiale d’ascolto. Colpiscono soprattutto, oltre la traccia qui sotto, alcuni brani di una lentezza travolgente, cose al limite della suonabilità soprattutto per chi sta dietro ai tamburi che mi hanno riportato alla mente un gioco […]

carlotta qualchevolta

Pubblicato il 1 commentoPubblicato in appunti per una Top Ten del 2011

No, i Cure non c’entrano. Carlotta sì: è solo che gli amici si burlano per la mia smodata e a detta loro ingiustificata passione per Charlotte Gainsbourg. Per non parlare di chi la conosce poco e me la confonde con Charlotte Rampling che comunque se ne può parlare. A proposito invece della figlia di Jane […]

mute math: odd soul

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in alti e bassi di fedeltà sonora, appunti per una Top Ten del 2011, gruppi in cui vorrei suonare, i like

È uscito il nuovo album dei Mute Math, band che avevo scoperto all’epoca della pubblicazione del loro primo album omonimo per caso, in macchina con un amico. In una compilation casalinga ascoltai Noticed, che è il pezzo seguente: e che mi riaccese la voglia di Police, in un periodo musicale ampiamente caratterizzato da cloni di […]