alcuni aneddoti dal mio futuro

un blog molto anni 80

alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 08.03.14

Radio Free Mouth, “Personaggi in cerca di un treno #3”: Giulia e Beatrice (o Elena e Irene, per dire) sono gemelle omozigote, ma hanno cominciato a distinguersi già alla nascita: Giulia è venuta alla luce 58 secondi prima della sorella.

zonadifrontiera.org, “Generazioni di mezzo”: Attraversano nei loro sdruciti paltò da bancarella periferie di fabbriche sbarrate, girano in città dai molti negozi chiusi, mentre tanti di quelli ancora aperti vestono insegne bianche, senza nome, spente, con solo poche luci a risparmio energetico ancora accese. Testimonianze del non saper che altro fare. La resistenza per inerzia, per assenza di alternative, in attesa della fine, nell’incredulità di essere in trappola, senza nemmeno aver capito come possa essere accaduto.

Paveseggiando, “La luna e i falò, ritorno al primitivo”: Il suo è un viaggio alla ricerca della sua realtà prima, di ciò che era, di ciò che potrebbe ancora essere. Con occhi di forestiero, che ha fatto fortuna ed esperienza, osserva il paese, ripercorre i luoghi della sua infanzia, la Gaminella dove viveva con Virgilia ed il Padrino, le campagne conosciute tra i giochi infantili con le sorellastre, Giulia e Angiolina.

Blog Notes “Una cosa al giorno – il singhiozzo”: Il tipico suono “hic”, che si ripete in modo ritmico e continuo per alcuni minuti, è dovuto al fatto che ogni contrazione del diaframma si conclude con una brusca chiusura della glottide, la valvola che separa l’apparato respiratorio da quello digerente.

appunti, semplicemente appunti, “Lì c’è l’unico senso”: Il mio vecchio babbo, si commuove se ascolta certe vecchie canzoni. È la musica l’invenzione più importante della specie umana.

The Post Internazionale, “Cosa succede al movimento 5 stelle”: Un anno fa il Movimento 5 stelle rappresentava un quarto degli italiani. Oggi, anche se i sondaggi gli attribuiscono il 20-22 per cento, facendolo rimanere la terza forza politica del paese, l’autoritarismo dei cofondatori Grillo e Casaleggio e il rifiuto di ogni dialogo con le altre forze politiche sembrano aver spiazzato molti dei suoi sostenitori iniziali. Ieri, il movimento ha espulso i 5 senatori dissenzienti, che avevano già rassegnato le dimissioni al presidente del senato, Pietro Grasso, come gesto politico in aperto contrasto rispetto alla linea adottata da Grillo.

Alessandra Untolini, “Diritto d’autore, sapore di sòla”: La polemica di questi giorni nasce dall’appello che il mondo della cultura ha rivolto al ministro Franceschini affinché si approvi il decreto per l’aggiornamento delle tariffe del compenso per la copia privata. A tale aggiornamento sono invece contrarie le associazioni dei produttori e dei distributori di tecnologie che, insieme ai consumatori, considerano l’equo compenso una tassa. Si deve ammettere che, pur non trattandosi di una tassa né di un’imposta, di fatto, il meccanismo dell’equo compenso grava sui consumatori perché può determinare un aumento del prezzo finale delle tecnologie.

Quasi, “Donne dududu: 10 canzoni per l’8 marzo”

La Donna Camel, “Bambini e carabinieri”: I carabinieri però mi hanno stupita, come dev’essere cambiato l’immaginario dei bambini di oggi. E come erano fieri di portare in testa il cappello con la fiamma d’argento, anche se piuttosto approssimativa va detto, una fiammella molto più simbolica che realista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: