alcuni aneddoti dal mio futuro

un blog molto anni 80

maskros, nel senso del lampadario Ikea

Se un giorno, figlia mia, ti verrà il dubbio se tuo papà sia stato inadeguato, poco presente, disattento, troppo severo o, al contrario, poco autorevole, egoriferito e poco propenso all’abnegazione genitoriale, quel giorno ricordati, figlia mia, che tuo padre ha trascorso un’intera mattina di settembre del tuo limitare di gioventù ad attaccare ottantaquattro (otto – quattro) cazzo di fiori di carta su un cazzo di lampadario Ikea che tu hai scelto per la tua cameretta.

10467922_335626829951480_985352015_n

12 commenti su “maskros, nel senso del lampadario Ikea

  1. Quando mia figlia chiese la tinteggiatura a righe della sua stanza, risposi NO.

    Però, sì, i padri che amano i figli fanno queste cose. E anche di peggio. 🙂

  2. davvero, mi hai fatto venire in mente quel verso di Guccini dell’avvelenata che dice “il medico dice sei depresso, nemmeno dentro al cesso possiedo un mio momento”

  3. Forse non hai idea di cosa voglia dire tinteggiare a righe e cosa vuol dire togliere le righe nella tinteggiatura successiva. Ho una certa esperienza… 🙂 Si accontentò di una parete con un colore diverso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: