compagni di viaggio

Standard

Al proprietario di un telefono del genere non dovrebbe essere consentito di provare in sequenza e in “profilo normale”, quindi a volume medio-alto, tutte le suonerie di cui il dispositivo è dotato, vero? E se te lo ritrovi a fianco nel tragitto del ritorno mentre stai valutando se sia meglio proseguire con la lettura o schiacciare un pisolino per una manciata di stazioni, e al terzo o quarto squillo realizzi che non sta ricevendo telefonate ma si sta solo trastullando con un passatempo ormai superato da almeno quindici anni, a nulla vale fargli notare che no, non è un comportamento corretto. Se tutti facessero come lui, che babele di suonerie sarebbe questa carrozza che già si distingue dal resto dell’ambiente per la temperatura interna vicina allo zero. Spero che tu abbia trovato la musichetta più consona alla tua personalità, una scelta tra “beep beep” o “bip-bi-bi-bip-bi-bi-bip” o l’immancabile fuga di Bach o il volo del calabrone. Mi spiace aver perso il finale della tua performance, sono certo che chi mi ha sostituito al tuo fianco abbia apprezzato quanto me.

4 pensieri su “compagni di viaggio

  1. Mi sembra che l’oggetto in questione si presti ad usi, come dire, anatomicamente interessanti… ha angoli smussati che non dovrebbero rendere dolorosa… no, ok, scusa, sono persona civile e per questo l’inciviltà mi scatena furibonde ire. La suoneria dei cellulari poi sono insopportabili e credo sia capitato ad ogni viaggiatore farne esperienza. Ma non ho mai assistito a proteste o richieste di smettere. Io per prima, al massimo sbuffo e cambio vagone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.