top

Standard

Poche cose inducono alla tristezza come stendere gli indumenti indossati durante il viaggio da cui siamo appena tornati e messi a lavare per l’ultima volta, prima di riporli asciutti nel contenitore Ikea trasparente che va sul ripiano più alto dell’armadio, quello dedicato all’abbigliamento stagionale che si utilizza per poche settimane all’anno e che, per questo, è destinato alla collocazione più scomoda. Non solo perché si tratta di capi che mettiamo esclusivamente in viaggio, e il fatto che quando partiamo per le vacanze ci vestiamo decisamente peggio rispetto ai nostri standard non c’entra o comunque non è questo aspetto a cui mi riferisco. L’ultima lavatrice degli abiti estivi al rientro in città sancisce la fine delle ferie e il ritorno al lavoro almeno nello spirito e nell’umore, e a nulla serve il fatto che siamo ancora nel pieno della stagione più torrida della storia dell’umanità e basterebbe organizzarsi con qualche weekend per prolungare di qualche giorno la sensazione di vacanza. L’estate, al ritorno, è un capitolo chiuso. Lo stendino trabocca di top colorati e shorts sistemati in file ordinate, improbabili bermuda che si alternano a pareo e prendisole, i costumi e i teli in microfibra dai toni fluo, le t-shirt da campeggio. Il tempo di asciugarsi – con il caldo che fa è questione di qualche ora – e poi tutto sarà inghiottito dall’autunno, dal primo collegio docenti, dal conto alla rovescia verso le vacanze di Natale con, in mezzo, i risotti alla zucca, il foliage, l’uva, le cavallette sul balcone, le iscrizioni ai corsi che abbandoneremo prima della fine dell’anno. Suona già la sveglia alla sei del mattino, quando è ancora buio. Stesso trattamento per la cena, il telegiornale si avvia ai titoli di coda mentre una luce accesa torna a essere necessaria. La cosa strana è che è un ciclo che ritorna puntuale uguale come l’anno prima, eppure non finiamo mai di sorprenderci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.